bollino ceralaccato

Finanza Scientifica sull’Orlo del Caos: Concetti e Strumenti per non farsi fregare… - IV Puntata (ultima)

In questa quarta e ultima puntata comprendiamo la reale portata, per la finanza e per i risparmiatori, dei due fenomeni epocali dell’avvento della vita artificiale e dell’omologazione cognitiva degli Esseri Umani. Soprattutto, comprendiamo come non esserne condizionati, manipolati, schiavizzati dagli Anti-Robin Hood…

 

(Il testo word è scaricabile in allegato)

Explain it as simple as it is, but not simpler!
Albert Einstein

 

In questa quarta e ultima puntata comprendiamo la reale portata, per la finanza e per i risparmiatori, dei due fenomeni epocali dell’avvento della vita artificiale e dell’omologazione cognitiva degli Esseri Umani.  Soprattutto, comprendiamo come non esserne condizionati, manipolati, schiavizzati dagli Anti-Robin Hood (clicca qui per un mio articolo).

Ci siamo lasciati, nella terza puntata, con la mia tesi che la finanza sia sulla soglia di una svolta epocale con un decisivo salto di qualità in termini di:

  • avvento della vita artificiale;
  • omologazione cognitiva degli Esseri Umani.

L’Anti-Robin Hood (persuasori occulti, lobby di potere, operatori massmediatici molto influenti, eccetera ....), con l’unico scopo di togliere ai risparmiatori per donare alle lobby di potere, sfrutta questi fenomeni già in corso e, proprio utilizzandoli, li rafforza e accelera!

Ora, comprendiamo come e perché.

I loro strumenti di distrazione di massa sono assolutamente sofisticati e ignorati dalla maggioranza degli investitori.

L’evidente e crescente complessità e caoticità (in senso scientifico come condiviso nei precedenti articoli) dell’economia e dei relativi andamenti studiati dalla finanza ha imposto, fin dal loro nascere, l’utilizzo dei computers.

Il risultato…?  Una perdita secca del 23% dell’indice Dow Jones Industrials nella singola seduta di lunedì 19 ottobre 1987!   Ai computers era stato affidato un potere sproporzionato alle reali comprensioni e alle efficienti applicazioni informatiche, per l’epoca, della Teoria dei Giochi, della neonata Teoria della Complessità, mentre le fondamentali Scienze Cognitive dovevano ancora nascere (anni ’80).

Da allora, le ‘macchine pensanti’ hanno galoppato a ritmi impensabili verso una pervasività, una potenza e un potere che aspira ormai alla ‘vita artificiale’, imparando nel frattempo a battere in due tornei consecutivi il campione del mondo di scacchi Kasparov (Deep Blue, della IBM, nel 1996 e 1997)!

Il potere di questa potenziale ‘vita artificiale’ cresce di pari passo con l’omologazione cognitiva degli Esseri Umani, in un processo di Entropia Cognitiva, che è anche emotiva e umana.

Il prof. Lamberto Maffei (professore di neurobiologia alla Normale di Pisa) ha dimostrato, infatti, che stimoli mentali uniformi, soprattutto stimoli visivi massmediatici uniformi, inducono negli spettatori strutture cerebrali uniformi.

Diventiamo tutti più simili cerebralmente, mentalmente, culturalmente ed emotivamente!

Quindi, anche i criteri di condizionamento, di manipolazione e di controllo diventano sempre più simili ed efficaci.

Ma non di-speriamo, e affidiamoci al potente ‘vaccino’ della consapevolezza, raggiunta con la rimozione dei dogmatici ‘idoli’ dell’investitore razionale e della prevedibilità, con la presa di coscienza del potere di manipolazione degli Anti-Robin Hood attraverso i mass media, e soprattutto con la chiara percezione di fenomeni epocali in corso quali l’avvento della vita artificiale e l’omologazione cognitiva degli Esseri Umani (‘Entropia Cognitiva’).

 

Arriviamo così alla fase costruens, positiva e proficua, grazie proprio alla consapevolezza scientifica dei fenomeni finanziari.

Il ridimensionamento del concetto di prevedibilità a più ristretti ‘intervalli di prevedibilità’ (tra successive biforcazioni del sistema complesso), rende estremamente arduo pensare il utilizzare ancora tale concetto, soprattutto in situazioni prossime all’orlo del caos.

Verrebbe proprio da dire:  “lasciate ogni previsione voi ch’entrate” negli investimenti finanziari!

Comunque, vi posso rassicurare, non è il caso di perdere ogni speranza – anzi!

I successivi scenari dischiusi dalle imprevedibili ‘scelte’ delle biforcazioni possono in realtà essere almeno cavalcati, ma mai previsti!

Occorre imparare a cavalcare la volatilità! Una volatilità che  invade sempre più e sempre più intensamente settori tradizionalmente privi quale quello immobiliare, per il quale si stanno sviluppando strumenti finanziari innovativi.

E’ la volatilità che:

  • conferisce opportunità di guadagno e di ottimizzazione dei rischi, a fronte di una comprensione delle sue caratteristiche complesse e /o caotiche in termini di imprevedibilità, di biforcazioni e di coppie di scenari antagonisti;
  • impone strumenti sempre più automatici e non condizionabili per poter essere cavalcata.

Se rinunciare a vincere per non rischiare di perder può talvolta essere saggio, non è certamente, alla lunga, ottimale.

Possiamo quindi affrontare i continui dilemmi tra Opportunità e Rischi, ottimizzandone il rapporto, soltanto se:

  • impariamo a fare due domande semplici e pratiche ai nostri consulenti:
    • "A che perdita mi esponi con l'investimento e il guadagno prospettato?"  (poiché sappiamo che ogni scenario, nei sistemi complessi, ne ha uno antagonista!)
    • "Quanto e come guadagni tu dal mio investimento?"  (poiché è essenziale capire la natura e l'intensità del coinvolgimento e della responsabilità del consulente nel nostro investimento!)
  • abbiamo sempre ben presenti i due scenari antagonisti.  Dobbiamo quindi sempre cacciare a pedate chiunque:
    • ci prospetti solo il rendimento positivo atteso da un investimento, senza darci almeno un’idea del “dark side of the moon”, ossia della possibile perdita insita in tale investimento;
    • abbia un’informazione certa, proveniente da una fonte sicura (‘sicura’ per chi diffonde la notizia, raramente per chi la riceve….)
  • abbiamo la pazienza e la costanza di aggiornarci, come avviene in tutti i campi della conoscenza umana, sulle più moderne teorie, metodologie  e strumenti per comprendere e cavalcare la volatilità; o, almeno, aggiornarci sul conto di chi utilizzi approcci scientifici o meno.
  • apprendiamo l’utilizzo di strumenti che incrementano la flessibilità, la mobilità e la praticità degli investimenti in settori dove è presente la volatilità, che è l’anima e la ragione della finanza; strumenti quali:
    • strumenti SW, ‘schiavi’ attenti, indefessi e, soprattutto, non condizionabili dai mass media!
    • strumenti finanziari, per proteggersi dai rischi, per vendere senza avere alcunché, per guadagnare anche sui ribassi, per investire nel ‘mattone’ senza comprare il ‘mattone’ (“Brick Shares” )
    • strumenti di Private Equity evoluto per le imprese, in modo da cavalcare la volatilità strategica delle aziende (nuove organizzazioni, nuovi mercati, nuovi prodotti e servizi ... in tempi brevi!)

 

Infine, consapevoli del potere di condizionamento massmediatico, occorre ‘vaccinarsi’ dalla perniciosa influenza degli Anti-Robin Hood, dotati di poderosi ‘strumenti di distrazione di massa’, con i seguenti criteri:

  • ridurre l’esposizione ai virus mentali (‘memi’) diffusi da tali potenti ‘untori moderni’, con particolare attenzione alla televisione e alle pubblicazioni specializzate (non sono lì a informarci per arricchire noi…!), praticando una 'dieta delle notizie'!
  • percepire le credenze più diffuse tra la massa dei risparmiatori per applicare il principio della ‘Contrary Opinion’, ossia fare il contrario della massa, poiché… la massa ha sempre torto!
  • non credere che le notizie positive siano necessariamente positive, né che quelle negative siano veramente negative… per noi stessi. La fondamentale domanda filosofica e pratica è “Cui prodest?” – a chi giova tale notizia?  A noi o a chi la diffonde? (pensate ai vari annunci di analisti sui ‘target price’ di titoli destinati a stimolare acquisti o vendite da parte dei creduloni).
  • adottare una mentalità in piena sintonia con la finanza, dotata di ‘leggerezza’ difronte alle notizie positive o negative, dove Bene e Male si confondono; una mentalità perfettamente espressa dai versi di Walt Whitman (tratti da “Foglie d’Erba – Il canto di me stesso”):

 

Accolgo il bene e il male, lascio parlare a caso,

la Natura senza freno e con la nativa energia.

 

Ad majora!

Nicola Antonucci

FINE della serie “La finanza scientifica sull’orlo del caos”

Nicola Antonucci

Nicola Antonucci

  • Azienda: ComplexLab
  • Posizione: Founder
  • Città: Milano
  • Cell: +393488558073
  • Email:nicola.antonucci@complexlab.it
  • Competenze:
    • Digital Business & Marketing & Financial Development
    • Finanza - Deflazione / Deflation, RoboTrading
    • Facility Management
    • Complessità / Complexity
    • BioPhysical Spirituality Flow-er
CONSULENZA ONLINE (ANCHE GRATUITA)

Pulsante Web Studio

AFB - Antonucci Financial Broker

Per la “Gestione delle Crisi-Opportunità d’Impresa”.

Wēijī 危机 : una struttura a Rete, centrata sull’Ambiente di Lavoro Collaborativo ComplexLab, 
che coinvolge un selezionato team costituito da 
Professionals, Imprese, Associazioni Professionali e Siti Finanziari.

SCOPRI AFB

Dello stesso autore
Perché Sfide e Problemi sono amati da Autostima e Felicità Sostenibile? Manuale di Resilienza incorporata – 1

Resilienza incorporata è mantenersi in cammino, malgrado problemi e sofferenze, comprendendo uno dei grandi paradossi della nostra epoca ricca di benessere e privilegi, rispetto alle precedenti, m...

Dance the moment

It’s not a war, it’s a Catharsis. We are required to purify our Mind, i.e. the Body, the Brain and the Environment – together. Health, economic, financial, political, relathionship systems�...

Medit-Azione Agile: per attivare Azioni e Connessioni ottimali al mio Senso

Un approccio BioFisico alla meditazione, per renderla efficace e praticabile. A cosa serve veramente, e quali sono i suoi quotidiani problemi di applicabilità? Per una solida Resilienza incorpor...

E' il momento della danza

Questa non è una guerra, è una Catarsi. Siamo chiamati a purificare la nostra Mente, ossia il Corpo, il Cervello e l'Ambiente – insieme. Sistemi sanitari, economici, finanziari, politici, relaz...

E' il momento della danza

Questa non è una guerra, è una Catarsi. Siamo chiamati a purificare la nostra Mente, ossia il Corpo, il Cervello e l'Ambiente – insieme. Sistemi sanitari, economici, finanziari, politici, relaz...

International Yoga Festival 2020 : Something happens!

SOMETHING HAPPENS - when you live the Parmarth Niketan International Yoga Festival in Rishikesh! DISCOVER WHAT!

×