bollino ceralaccato

La Clessidra dell’Anti-Robin Hood – II : Continua la cronaca di un boom (azionario) e di uno sboom (immobiliare) annunciati.

Continua l'analisi dei fenomeni complessi finanziari con l'Analsi Fisica Azionaria (R). L'immobile è ormai mobile e il mattone s'è liquefatto... Quali nuove opportunità e strumenti finanziari innovatovi per cavalcare le prossime forti oscillazioni del mercato immobiliare?

 

23 Maggio 2007

Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare – Seneca.

Ci siamo lasciati il 15 gennaio 2007 con la situazione descritta dall’articolo “La Clessidra dell’Anti-Robin Hood: Cronaca di un boom (azionario) e di uno sboom (immobiliare) annunciati

Ebbene, ecco alcune interessanti notizie recenti e le relative fonti:

* Per la prima volta da anni i prezzi delle case nei sobborghi più ricchi di New York sono in calo. Nei primi mesi del 2007 in 15 delle 24 aree prese in esame si è registrato un calo dei prezzi tra l'8 e il 18%. (clicca qui per leggere il resto)

[NdA: sarebbe la prima volta che gli USA non anticipino un fenomeno anche europeo, dopo aver dato il ‘la’ al rialzo del mercato immobiliare 7 anni fa!]

* Il mercato immobiliare spagnolo fa segnare uno stop dopo un buon periodo negli anni passati. (clicca qui per leggere il resto)  [NdA: l’articolo sembra parlare dell’Italia…]

*  Prosegue il dibattito sull'andamento del mercato immobiliare negli Stati Uniti che in questi giorni ha influenzato pesantemente anche i mercati europei, generando perdite pesanti nei primi giorni di questa settimana.  A questo proposito Steve Hanke, docente alla Johns Hopkins University prevede che il prossimo anno e mezzo sarà un periodo di assestamento del mercato immobiliare con prezzi in ribasso.  (clicca qui per leggere il resto)   [NdA: Steve Hanke, parlando di “panico”, incomincia a farlo serpeggiare...]

* Quanto alle borse… beh, basta guardare gli indici principali (Nasdaq, Dow Jones, S&P/MIB, DAX) che, rispetto al mio primo articolo del 5 giugno 2006, hanno registrato incrementi pari al 21%!

* I tassi, dopo essere saliti numerose volte negli USA generando il ‘panico dei mutui’ e lo sboom immobiliare, continueranno a salire anche in Europa provocando esattamente ciò che… “vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole” (Dante, Inferno, Canto V).

Non parlo qui di previsioni, anche se oggi sembrano tali, ma di comprensione degli ‘scenari’ fisici più plausibili in relazione alle ‘biforcazioni’ del sistema complesso finanziario in esame, scenari e biforcazioni comprensibili grazie soltanto allo studio del movimento delle masse monetarie (= ‘energia’), studiato dall’Analisi Fisica Azionaria (AFA) ®.

Ora, quali sono i plausibili prossimi scenari dopo le successive analisi nell’articolo su citato, oltre ai due precedenti:

Tutto dipende dal tasso di incremento dei tassi, e dal conseguente drenaggio di liquidità dal mercato.  Con l’economia europea finalmente in ripresa (anche in Italia…?) nessuno dubita su prossimi rialzi dei tassi, ma la questione ‘fisico-scientifica’ riguarda il ritmo al quale avverranno i successivi micro-aumenti.

Scenario 1:  rialzi molto graduali e distanziati nel tempo, qualora l’andamento dell’economia e dell’inflazione lo premettesse.  In questo scenario, lo sgonfiamento del mercato immobiliare, con mutui sempre più cari e insostenibili, verrà pilotato a livelli fisiologici, con un ribasso che potrà assomigliare a quanto già visto in Italia nel periodo 1991-1996, ossia pari a circa il 20% (30% per gli immobili di pregio)

Scenario 2: rialzi dei tassi frequenti e non limitati a micro-aumenti, con una ‘rampa’ di aumenti simile a quello americano.  Allora…. non c’è dubbio: come già aveva anticipato la BCE (febbraio 2006), diventa molto plausibile un movimento ‘burst’, ossia un crollo improvviso autoalimentato dal panico dei tanti che hanno comprato la casa (magari anche la seconda, la terza…) più per investimento che per alloggiarvi.  In questo scenario, il crollo sarà almeno del 40-50% (vedi crollo americano e inglese degli anni ’80)

La cultura (e la memoria!) media italiana negano all’immobile la possibilità di perdere valore; appena ciò avvenisse, anche solo del 5-10% (vedi articolo sopra sul crollo di immobili di pregio a New York), s’infrangerebbe una certezza con conseguente disorientamento e ansia. Ulteriori ribassi del 5% provocherebbero prime vendite ‘emotive’ con successive ondate di panico.

Tutto ciò per il semplice motivo che il mercato immobiliare, per la prima volta nella storia, è diventato… mobile, sempre più negoziabile e  ‘liquido’.

La ‘liquefazione’ del mattone genererà un mercato sempre più ‘commodity’ anche per gli immobili.

Un tale mercato avrà sempre più bisogno di strumenti finanziari innovativi per trattare, negoziare, gestire ‘il mattone’ non più destinato all’immobilizzo esistenziale, ma all’investimento finanziario. Gli stessi strumenti finanziari serviranno a gestire e coprire i rischi tipici dei mercato mobiliari.  (clicca qui per chiedere informazioni)

I sistemi complessi non sono prevedibili, al di là degli specifici e limitati ‘intervalli di prevedibilità’ delimitati dalle biforcazioni e/o dagli attrattori caotici. Gli scenari sopra decritti sono quindi un aggiornamento dell’evoluzione delle manovre dell’Anti-Robin-Hood che, coniugando bene manovre sui tassi, sull’economia, sulle politiche fiscali, eccetera, deruberà ancora una volta milioni e milioni di risparmiatori.

Ma non noi!

Ad majora!

 

Nicola Antonucci

Nicola Antonucci

Nicola Antonucci

  • Azienda: ComplexLab
  • Posizione: Founder
  • Città: Milano
  • Cell: +393488558073
  • Email:nicola.antonucci@complexlab.it
  • Competenze:
    • Digital Business & Marketing & Financial Development
    • Finanza - Deflazione / Deflation, RoboTrading
    • Facility Management
    • Complessità / Complexity
    • Motivatore aziendale & BioPhysical Spirituality Flow-er
CONSULENZA ONLINE (ANCHE GRATUITA)

Pulsante Web Studio

AFB - Antonucci Financial Broker

Per la “Gestione delle Crisi-Opportunità d’Impresa”.

Wēijī 危机 : una struttura a Rete, centrata sull’Ambiente di Lavoro Collaborativo ComplexLab, 
che coinvolge un selezionato team costituito da 
Professionals, Imprese, Associazioni Professionali e Siti Finanziari.

SCOPRI AFB

Dello stesso autore
Perché la Complessità aggiunge valore?

Perché complessificare conviene? Per aiutare aziende che soffrono per le continue sorprese di una Realtà sempre più complessa, o che addirittura non le vedono se non troppo tardi, occorre un mod...

Nirvana del Buco Nero - Pillola di Resilienza Esistenziale Incorporata#1

Come (ri)vivere quei momenti luminosi nei quali il Tempo e lo Spazio sembrano felicemente inesistenti? Alcuni lo chiamano Flow, altri Felicità, Serenità, altri ancora Illuminazione, Nirvana... C...

Travel inside Italy or just through Italy?

I propose you a qualitative leap for preparing a Visit inside Italy and its peculiar Spirit, relying on a Pleasure, an Emotion and / or a Feeling - as taught by the Cognitive Sciences. Choose a Tou...

Dialogue in Italian or just speak Italian online?

I propose you a qualitative leap for achieving a true Italian Dialogue ability without anxiety and with ease, relying on a Pleasure, an Emotion and / or a Feeling - as taught by the Cognitive Scien...

Dialogare in inglese o solo parlare in inglese online?

Ti propongo un salto di qualità per Dialogare in inglese senza ansia e con disinvoltura, facendo leva su un Piacere, un’Emozione e/o un Sentimento – come insegnano le Scienze Cognitive. Scegl...

L'Androritmo per cogliere i Cigni Neri: Umanot - il RoboTrader cognitivo.

Tanti sono "bravi" a creare sistemi di trading con algoritmi lineari-deterministici (o, al meglio, stocastici) di poche centinaia di righe di codice per seguire i trend del mercato finanziario e gu...

×