bollino ceralaccato

Consulenza Finanziaria Scientifica: come sopravvivere e guadagnare oltre l’orlo del caos…

Caro risparmiatore-investitore: svegliati! Dalla serie “La Finanza sull’Orlo del Caos”, pochi criteri pratici per rinsaldare la fiducia e l’operatività tra consulenti e investitori, con benefici… anche per questi ultimi!

 

15 Ottobre  2008

Saper immaginare scenari possibili prima e meglio di altri è il vero talento nell’era della complessità
Francesco Varanini

La comprensione di una domanda è spesso più importante e decisiva del contenuto delle possibili risposte
Umberto Galimberti

(non prendere esempio da Spock di Star Trek…)

 

 

La mia serie di articoli e relazioni  “La Finanza sull’Orlo del Caos: dalle ‘balle’ alle bolle”  (2007) andrebbe aggiornata, dopo gli eventi del settembre 2008 e in vista della prossima “Deflazione Morbida”, col titolo “La Finanza OLTRE l’Orlo del Caos….”!

Non cambia invece l’obiettivo dichiarato:  prevenire e affrontare le ineluttabili turbolenze finanziarie, rinsaldando la Fiducia (!) e l’operatività tra consulenti e investitori.

La Fiducia è una cosa seria… e renderla sostenibile richiede:

a)       conoscenze scientifiche dei complessi fenomeni finanziari a un livello comprensibile e condivisibile tra consulenti e risparmiatori;

b)       pochi e semplici criteri pratici per gli investitori per decidere autonomamente dove, come e quanto investire, poiché… fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio!

La Finanza Scientifica viene incontro a queste esigenze e la Consulenza Finanziaria Scientifica (con l’approccio “Feedback Fee”) le attua.

Come…?

Semplice…. – a dirsi!

Ripartiamo dalle considerazioni contenute nella serie citata:

1)       rinunciare definitivamente a ogni presunzione di Libero Arbitrio e accettare l’esistenza di condizionanti ‘virus mentali’ (memi), capaci di distorcere le nostre valutazioni fin dalla Bolla dei Bulbi di Tulipano del XVII secolo, per arrivare all’attuale Bolla Immobiliare.

2)       rinunciare definitivamente a ogni presunzione sulla Prevedibilità dei fenomeni complessi, e cacciare a pedate chiunque vanti tale ‘dote’…!  La Teoria della Complessità ha drasticamente delimitato tale possibilità.

3)       diventare consapevoli dei due fenomeni epocali in corso: l’omologazione mentale degli Esseri Umani e l’avvento della vita artificiale.  Morale: siamo inermi difronte al potere manipolatore degli “Anti-Robin Hood” e dei loro mass media .

4)       incominciare a praticare poche e semplici regole… per non farsi fregare (che è già molto..!), e per ottimizzare le opportunità di investimento in funzione dei reali rischi.

Qui mi limito all’ultima questione, senza però dimenticare l’importanza della ‘teoria’ da conoscere per meglio applicare consapevolmente i criteri pratici. A tale scopo puoi:

  • leggere le prime tre puntate degli articoli citati:
  • vedere le tre parti teoriche dei video su “La Finanza Immobiliare” : sono le tre ‘Prime Parti” dei tre temi visibili trattati su questo LINK : http://www.teletrading.tv/finanza_scientifica.html .
  • consultarmi su SKYPE (nicolaantonucci), prenotando via email (nicola.antonucci@libero.it), senza impegno o onere, un ‘incontro virtuale’ di 10’.

 

Ecco i tre criteri pratici (e le relative discipline scientifiche sulle quali sono basate):

a)       imparare a formulare due domande molto semplici ai consulenti finanziari (teoria della complessità e scienze cognitive);

b)       imparare ad agire anche quando i dilemmi diventano paralizzanti (teoria dei giochi);

c)       ‘vaccinarsi’ contro i virulenti ‘virus mentali’ (memi) creati, diffusi e inoculati in noi dai mass media controllati dagli Anti-Robin Hood (memetica e scienze cognitive)

 

Più in dettaglio….:

 

a)   Le due semplicissime domande sono:

  • A quale perdita mi espone il guadagno che mi prospetti con questo investimento? “.  La teoria della complessità (vedi Mappa di Feigenbaum nella II puntata della serie citata) rende ingenuo qualsiasi scenario futuro che non abbia un secondo scenario ‘antagonista’.   Caccia subito a pedate chiunque mostri solo lo scenario ‘positivo’ – quello del “sicuro guadagno” – senza prospettarti, anche qualitativamente, uno scenario ‘negativo’.
  • Chi, quanto e soprattutto come guadagna dal mio investimento?” .  Le scienze cognitive dimostrano quanto cambi il nostro modo di pensare, decidere e agire quando si condividano o meno certe informazioni.

Ti sfido a formulare tali due banali domande, superando radicati imbarazzi propri e consolidate reticenze altrui (di banche, promotori, consulenti, amici…).

 

b) Agire richiede Decidere.  Decidere qualcosa, quando le alternative sono difficili da valutare, continuamente variabili e condizionati da informazioni contrastanti, diventa impossibile e si arriva facilmente alla ‘catatonia stuporosa’: non agire né pensare per non dover decidere!  La paralisi decisionale si aggrava quando stiamo perdendo, e allora si perdura nell’errore piuttosto che accettarlo con le sue perdite (anche noto come “Effetto Macbeth” – vedi I Puntata della serie citata). La matematica  teoria dei giochi dimostra che la soluzione ottimale si raggiunge perseguendo ‘strategie miste’, che possono essere più o meno complesse.  Un approccio estremamente pratico consiste nel non prefissarsi una rigida strategia (vendo, mantengo o compro), bensì di attuare tali comportamenti gradualmente, eventualmente alternandoli.  Inizia con una qualunque tua personale decisione (“il miglior modo di farlo, è… farlo!”),  limitandoti però a 1/5 oppure a 1/4  oppure a 1/3 del capitale investito (in funzione del proprio stato d’animo o di indicazioni più precise di un Consulente Finanziario Scientifico).  L’importante è iniziare ad agire, per aprirsi cognitivamente a successive decisioni.  L’alternativa è l’attesa, la paralisi, la catatonia, la disfatta.

 

c) ‘Vaccinarsi’ dagli efficacissimi memi (‘virus mentali’), che distorcono la nostra ‘Algebra di Valori’ e, quindi, le nostre capacità di valutare benefici e rischi, richiede:

  • praticare una ‘dieta di informazioni’ per arginare la nostra ‘bulimia informativa’ che ci schiavizza difronte agli idolatrati mass media, notiziari, (tele)giornali…
  • non considerare necessariamente negative le notizie negative, oppure positive quelle positive, praticando una sana “Contrary Opinion”, ossia fare i contrario della ‘massa’ poiché… la ‘massa’ ha sempre torto!   Ciò è utile anche per non farsi sorprendere dalla false sorprese (quali l’11 settembre 2001…!), e per non farsi ingannare da quelle vere (quali lo “scandalo Lewinsky”), come mostrato nella II puntata della serie citata.
  • formulare sempre la ‘domanda-vaccino’  “Cui prodest?”, ossia “A chi giova questa informazione?” – a me che la ricevo, oppure.. .a chi la diffonde?  Tieni presente che il 70% degli analisti finanziari sbaglia i target-price, secondo un articolo del Sole24Ore del 17.02.2008  (sic!).  Ma io ti chiedo: sbagliano loro i consigli oppure noi a seguirli…?!   A te l’ardua sentenza!

 

Concludo, invitandoti ad adottare una mentalità in piena sintonia con la finanza scientifica, ossia una mentalità flessibile, non condizionata e  ‘leggera’.

Una mentalità splendidamente espressa dai versi del poeta americano Walt Witman ( da “Foglie d’Erba – Il canto di me stesso”):

Accolgo il bene e il male, lascio parlare a caso,

la Natura senza freno e con la nativa energia.

 

 

Morale:  il Caos portano sempre un nuovo Ordine, e le Crisi portano necessariamente Opportunità.  Occorre però saperle cogliere prima e  meglio di altri con gli strumenti, le conoscenze e le tecnologie più avanzate.

“Il Caos favorisce le menti preparate” –  parafrasando L.Pasteur.

E noi abbiamo le menti preparate al Caos e alla Crisi!

 

Per ulteriori informazioni e chiarimenti: nicola.antonucci@libero.it

 

Ad Majora!

Nicola Antonucci

SCARICA GLI ALLEGATI
Nicola Antonucci

Nicola Antonucci

  • Azienda: ComplexLab
  • Posizione: Founder
  • Città: Milano
  • Cell: +393488558073
  • Email:nicola.antonucci@complexlab.it
  • Competenze:
    • Digital Business & Marketing & Financial Development
    • Finanza - Deflazione / Deflation, RoboTrading
    • Facility Management
    • Complessità / Complexity
    • Motivatore aziendale & BioPhysical Spirituality Flow-er
CONSULENZA ONLINE (ANCHE GRATUITA)

Pulsante Web Studio

AFB - Antonucci Financial Broker

Per la “Gestione delle Crisi-Opportunità d’Impresa”.

Wēijī 危机 : una struttura a Rete, centrata sull’Ambiente di Lavoro Collaborativo ComplexLab, 
che coinvolge un selezionato team costituito da 
Professionals, Imprese, Associazioni Professionali e Siti Finanziari.

SCOPRI AFB

Dello stesso autore
Perché la Complessità aggiunge valore?

Perché complessificare conviene? Per aiutare aziende che soffrono per le continue sorprese di una Realtà sempre più complessa, o che addirittura non le vedono se non troppo tardi, occorre un mod...

Nirvana del Buco Nero - Pillola di Resilienza Esistenziale Incorporata#1

Come (ri)vivere quei momenti luminosi nei quali il Tempo e lo Spazio sembrano felicemente inesistenti? Alcuni lo chiamano Flow, altri Felicità, Serenità, altri ancora Illuminazione, Nirvana... C...

Life Skills per motivazione e retention in Azienda

Per aiutare aziende che soffrono per le continue dimissioni (turn-over) di personale qualificato, oppure che non riescono ad attirarne, occorrono moderne Competenze Esistenziali (Life Skills) azien...

Travel inside Italy or just through Italy?

I propose you a qualitative leap for preparing a Visit inside Italy and its peculiar Spirit, relying on a Pleasure, an Emotion and / or a Feeling - as taught by the Cognitive Sciences. Choose a Tou...

Dialogue in Italian or just speak Italian online?

I propose you a qualitative leap for achieving a true Italian Dialogue ability without anxiety and with ease, relying on a Pleasure, an Emotion and / or a Feeling - as taught by the Cognitive Scien...

Dialogare in inglese o solo parlare in inglese online?

Ti propongo un salto di qualità per Dialogare in inglese senza ansia e con disinvoltura, facendo leva su un Piacere, un’Emozione e/o un Sentimento – come insegnano le Scienze Cognitive. Scegl...

×