bollino ceralaccato

Trading e “Liquidità Liquidabile”: antidoti al default americano!

Default finanziario del governo americano…? Beh – che c’è di nuovo…?! I miei “amici dal Futuro” ce l’avevano già anticipato nei loro due tempogrammi ...

Il Caos favorisce le Menti preparate!

Default finanziario del governo americano…? Beh – che c’è di nuovo…?! I miei “amici dal Futuro” ce l’avevano già anticipato nei loro due tempogrammi (l’ultimo del 18 giugno 2010 Cronaca dal Futuro – Il Crepuscolo di Dollaro e Oro, l’Alba diFinanza Immobiliare e Facility Management).

Non rimane che attendere, dopo la recente serie di bolle (e balle…!) finanziarie, sia il crepuscolo annunciato del Dollaro e la sua sostituzione con una nuova moneta (l’Americo, forse…?) sia l’amputazione del debito dell’Impero americano nella misura del 30%...

Certo, le stelle stanno a guardare… ma non le altre nazioni indebitate del mondo (quasi tutte!) che coglieranno prontamente il diritto di rovesciare sui propri cittadini le malefatte di decenni di consenso politico e sociale drogato da titoli pubblici che verranno tutti “amputati” di un 30% almeno.

Deflazione, risorgi pure dall’oblio nella quale ti hanno relegato economisti, docenti universitari, giornalisti e governatori di banche centrali, e cura quanto prima il cancro finanziario che ha devastato l’economia mondiale che ha visto esplodere il rapporto tra strumenti finanziari e PIL mondiale da un dignitoso 70% nel 1995 a un folle 1200% nel 2008 (sic!).

CIndia stessa non starà a guardare, ma dovrà accondiscendere a patti dolorosi, minacciata dalle corazzate americane sulle coste, dai satelliti americani in cielo e da Microsoft, Google e Yahoo pronte a paralizzare i loro sistemi informatici.

E i tuoi risparmi… ?!

Non c’è molta scelta, tra una bolla finanziaria e l’altra, come già condiviso in questo blog:

rendi la tua liquidità… liquidabile, fuggendo da titoli di stato e da bond bancari, e depositando il danaro su diversificati conti correnti, corporate bond molto solidi, fondi liquidità con pochi titoli di stato e pochissimi bond bancari;

effettua trading cavalcando (mai prevedendo!) la crescente volatilità dei mercati con operazioni che sappiano sfruttare al massimo le opportunità dell’Interday (oltre al più semplicistico Intraday) come insegna l’Analisi Fisica; operazioni che, per cogliere le brusche variazioni di volatilità sul nascere, superano talvolta le barriere temporali dell’intraday senza la soggezione paralizzante del day-trader che rinuncia a seguire forti trend oltre “las cinco de la tarde”…

incrementa o decrementa gradualmente, con l’approccio frattale dell’Analisi Fisica, il tuo investimento nel trading per creare una maggiore affidabilità nel cavalcare i trend su più giornate.

Facile a dirsi, ma per praticare tale operatività dell’Analisi Fisica occorre studiare! Non ti lasciare ingannare da che ti promette facile operatività borsistica o valutaria senza studiare….- balle!

E, soprattutto, non diventare “gregge” come tanti analisti tecnici schiavi di un indicatore, un oscillatore, un segnale che loro pensano “personale”, in realtà comune a tanti che si affidano all’Analisi Tecnica ormai divenuta una vera trappola gestita da lobby internazionali con potenti SW (High Frequency Trading systems).

A tale proposito (ossia “vaccinarti”…), Ti ripropongo il recente sondaggio sull’Analisi Fisica / Tecnica proposto da Soldionline qui sotto.

---------------------

copertina dalle balle alle bolle 1
Se sei pronto a studiare i fondamenti scientifici della Finanza e dell’Analisi Fisica degli Attrattori, rinnovo l’invito alla lettura del mio libro Dalle balle alle bolle: la Finanza sull'orlo del Caos – Come cavalcare l’imprevedibilità dei mercati finanziari.” (con “Elementi di Analisi Fisica”) edito da Hudsucker (per informazioni e acquisti online: www.hudsucker.it/dalle-balle-alle-bolle )

Ad maiora!
Nicola Antonucci
nicola.antonucci@libero.it

www.complexlab.com/afb

25.7.2011

PER UNA CONSULENZA ONLINE DA PARTE DELL'AUTORE: LINK

-----------------

[poll id="4"]

Nicola
Nicola :
11/07/2012 23:23

Ottima riflessione/pensiero. circa due anni fa comprai il tuo libro, (mi permetto di darti del tu) lo lessi tutto d’un fiato e lo trovai interessante
per i concetti innovativi, un pò “strani” quasi controcorrente tant’è che (pur essendo ancora adesso un presunto trader principiante)evidenziai tutti i passaggi ritenuti da me interessanti. Ho voluto caparbiamente e per necessità (sono disoccupato ultra50enne) e aggiungo con tanta incoscienza buttarmi nell’attività di trading per guadagnarmi da vivere così detto fatto ho preso liquidazione e parte dell’eredità di papà e…via. Nel frattempo che tradavo titoli (tutti in leva, pensavo “così si guadagna prima”) ho acquistato molti altri libri di trading e sul forex fino a spendere quasi un ex stipendio per una ventina di libri…e leggevo e imparavo, (solo) sulla carta, ma … sulla carta nessuno ha mai preso la scossa…intanto più leggevo e più imparavo (credevo) più acquisivo “overconfidence” così dopo un anno dove tutto o quasi è andato bene ho guadagnato quattro volte lo stipendio di prima… ma… non ho mai pensato che in leva si perde anche di più e prima così dopo un altro anno mi sono ritrovato con metà soldi con cui avevo iniziato e della metà rimanente investiti così da cane che se chiudo le posizioni oggi mi rimane … una panda, e naturalmente tutti i libri che avevo già letto. (Ho quasi finito) Alcuni giorni fa mi sono ritrovato tra le mani il libro “dalle balle alle bolle” e l’ho riletto… tutto quello che avevo evidenziato due anni prima (praticamente una pagina si e una no) era quello che senza rendermene conto avevo cavalcato il primo anno e snobbato il secondo. Ho scritto questo lungo e noioso post perchè il tuo libro, che tra le altre cose costa un quarto di ogni altro libro che ho comprato, mi ha permesso di riadattare il mio approccio con la borsa ricominciare a cavalcarla (con molti meno soldi però). Consigliatissimo da comprendere e mettere in pratica (e vale per me)con buona dose di umiltà, permette di veleggiare sulle onde borsistiche con grande soddisfazione (giuro che l’autore NON mi ha pagato per scrivere questa frase). Scusate per la lunghezza del post. Volevo chiederti sei hai scritto altri libri sul trading e dove posso trovarli. Grazie

Nicola Antonucci
Nicola Antonucci :
12/07/2012 01:19

ciao Omonimo, se mi dai tua email potró risponderti meglio (mia email Nicola.antonucco@libero.it). A presto! nicola

I commenti sono stati disabilitati.
Nicola Antonucci

Nicola Antonucci

  • Azienda: ComplexLab
  • Posizione: Founder
  • Città: Milano
  • Cell: +393488558073
  • Email:nicola.antonucci@complexlab.it
  • Competenze:
    • Digital Business & Marketing & Financial Development
    • Finanza - Deflazione / Deflation, RoboTrading
    • Facility Management
    • Complessità / Complexity
    • Motivatore aziendale & BioPhysical Spirituality Flow-er

nicola antonucci ritargliato2Il BLOG di Nicola Antonucci per aiutare Risparmiatori, Investitori e Traders a scegliere consapevolmente e... a non farsi fregare.

CONSULENZA ONLINE (ANCHE GRATUITA)

Pulsante Web Studio

Sei interessato?
Segui questo blog

Ogni volta che verrà inserito un nuovo articolo riceverai una notifica direttamente nella tua casella email.

×