bollino ceralaccato

Il Pessimismo della Forza

"Il Pessimismo della Forza" è un'espressione coniata da Friedrich Nieztsche ne "La nascita della tragedia"

"Il Pessimismo della Forza" è un'espressione coniata da Friedrich Nieztsche ne "La nascita della tragedia" (1872) per definire il sano e potente spirito dei greci nella circoscritta epoca delle tragedie (circa dal 520 al 400 a.C.). La forza di tale spirito vitale, che diceva "Sì!" alla Vita, era ravvisabile nella capacità di affrontare il pessimismo delle tragedie, e attraverso esso purificarsi e rafforzarsi (catarsi) per essere pronti alle "prevedibili imprevedibilità " della natura e della vita. (link per un piacevole sottofondo musicale:
http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=it&v=6wpPk8qk3uQ ).
Cosa c'entra ciò con la Finanza...? C'entra, c'entra...
In seguito a una mia pro-vocazione, sono mesi che nel mio blog si confrontano rialzisti con ribassisti, spesso con i primi che si autoproclamano ottimisti e i secondi tacciati di pessimismo o catastrofismo. Al di là del confronto sull'assoluta imprevedibilità dei fenomeni complessi (quali quelli finanziari...), tale confronto "operativo" va letto in termini di condivisione di Scenari possibili da cavalcare nel breve periodo (3 mesi circa).
Esiste però anche una lettura "strategica" del confronto, ossia in termini di aspettative e speranze sul futuro del Mercato, o persino della Società, dopo la recente epocale crisi. C'è chi esprime il desiderio che tutto riprenda come prima, e c'è chi desidera un profondo cambiamento. C'è chi considera positivo i livelli raggiunti dal consumismo, dal culto dell'immagine e dal valore del Dio-Moneta ("tu sei ciò che guadagni"), e chi invece crede a esistenze ricche di altri valori (culturali, relazionali, spirituali...).
Allora, anche chi fa trading può contribuire all'una o all'altra speranza condividendo e diffondendo informazioni, fatti e argomentazioni con chi è disinformato su questioni finanziarie (in Italia, quasi tutti!) . Chi mi conosce sa bene che io non prevedo il futuro (ma deh - che scoperta!), ma sa altrettanto bene che opero con uno scenario in mente, pronto a modificarlo se i dati fisici del mercato (ossia i volumi: l'energia del sistema) muteranno: lo scenario e' quello deflattivo, a tutti i livelli, con conseguente forte ribasso borsistico e immobiliare.
Pessimismo, catastrofismo...? No - ottimismo!
L'ottimismo di credere a un mondo migliore attraverso una terapia drastica (e purtroppo dolorosa) che ci risvegli dalla catatonia di tutti i mercati produttivi, che scardini l'odiosa oligarchia bancaria, che ci affranchi dalla sottomissione al Dio-Moneta indifferente al lavoro, alla salute, alle amicizie, alle famiglie, a me e a te.
Utopico...?!  "You may say I'm a dreamer....". Forse.
Intanto, ho bisogno di pensare che il mondo non consacri i "sacerdoti" di Goldman Sachs e di altri colossi bancario-finanziari come "salvatori della patria".... Please!
E per chi avesse una profonda “forza vitale”, ossia il coraggio di affrontare scenari veramente catastrofici pur di sognare un futuro migliore, suggerisco la lettura di un interessante sito di Scenari Europei (in inglese) che prevedeva già per l’estate appena trascorsa l’innesco di “Tre violente ondate” (“Three Rough Waves”):
http://www.europe2020.org/spip.php?article608&lang=en
Ad maiora!
Nicola
21.10.09

Nicola Antonucci

Nicola Antonucci

  • Azienda: ComplexLab
  • Posizione: Founder
  • Città: Milano
  • Cell: +393488558073
  • Email:nicola.antonucci@complexlab.it
  • Competenze:
    • Digital Business & Marketing & Financial Development
    • Finanza - Deflazione / Deflation, RoboTrading
    • Facility Management
    • Complessità / Complexity
    • Motivatore aziendale & BioPhysical Spirituality Flow-er

nicola antonucci ritargliato2Il BLOG di Nicola Antonucci per aiutare Risparmiatori, Investitori e Traders a scegliere consapevolmente e... a non farsi fregare.

CONSULENZA ONLINE (ANCHE GRATUITA)

Pulsante Web Studio

Sei interessato?
Segui questo blog

Ogni volta che verrà inserito un nuovo articolo riceverai una notifica direttamente nella tua casella email.

×