bollino ceralaccato

Concetti e Strumenti per non farsi fregare, terza puntata

In questa terza puntata capiamo come le nostre debolezze e i nostri limiti diventano i punti di forza degli Anti-Robin Hood. Che poi il usano per meglio togliere ai risparmiatori e per donare alle lobby di potere

In questa terza puntata approfondiremo la comprensione del fenomeno finanziario come fenomeno fisico complesso, troppo complesso per i nostri limiti cognitivi.  Capiremo quindi come gli ‘Anti-Robin Hood approfittino di ciò per tendere periodiche ed efficaci trappole per ‘togliere danaro ai risparmiatori e darlo alle varie lobby di potere’, grazie all’aiuto della vita artificiale e all’omologazione mentale degli Esseri Umani!

Torniamo al titolo di questa serie di articoli per definire meglio ilsignificato di “Finanza Scientifica sull’Orlo del Caos”:

a) Finanza:  è una disciplina scientifica che studia gli andamenti dei fenomeni economici produzione industriale, inflazione, prezzi delle materie prime, tassi, valute, ecc.).  E li studia per:

  • conoscere: come pura finalità intellettuale umana;
  • ottimizzare decisioni imprenditoriali e professionali influenzate da andamenti economici meglio compresi e dalle loro correlazioni;
  • speculare e scommettere su tali andamenti fini a se stessi, per realizzare anche il ‘piccolo miracolo’ di guadagnare quando, per esempio, un titolo perde valore.

b) Orlo del Caos: come anticipato nella precedente puntata con l’ausilio della ‘Mappa di Feigenbaum’, il Caos è quella regione nella quale le biforcazioni si susseguono a ritmo tale da determinareintervalli di prevedibilità talmente brevi da essere quasi inutilizzabili a scopi predittivi o pianificatori (con le sole facoltà cognitive umane…). Anche per questi motivi, l’Orlo del Caos è stato definito da Ilya Prigogine “l’area dove sgorga la Creatività e sboccia la Vita!”.

Tali concetti nascono dalla Teoria della Complessità, una moderna disciplina scientifica nata alla fine degli anni ’60 che ha finalmente compreso il reale linguaggio, la reale geometria e la reale logica deifenomeni naturali, quali: la meteorologia, le turbolenze dei gas e dei liquidi, le dinamiche sociali e la finanza.

La Teoria della Complessità e del Caos ci ha insegnato a:

  1. definire molto meglio i limiti e gli intervalli di prevedibilità, come già appreso nel precedente articolo con l’ausilio della ‘Mappa di Feigenbaum’.  In quale dei due scenari possibili si esprimerà di volta in volta il fenomeno complesso è assolutamente imprevedibile, poiché le successivebiforcazioni, seppur ben note, sono estremamente sensibili alle condizioni iniziali (qualcuno ha mai sentito parlare di “battiti d’ali di farfalla in Brasile capaci di scatenare  un tornado in Texas”…?).
  2. vedere, e comprendere molto meglio, le forme geometriche e gli andamenti dei fenomeni naturali, grazie alla modernageometria frattale nata negli anni ’70 dal genio di Benoit Mandelbrot.  Le forme e gli andamenti naturali sono caratterizzati dalla proprietà dell’invarianza di scala, ossia la ripetizione delle stesse forme o andamenti a scale spazio-temporali diverse, rendendo molto difficile comprendere a quale scala stiamo osservando l’oggetto o il fenomeno.

Analogamente, in ambito finanziario, risultano:

  • indistinguibili grafici di titoli a scale temporali diverse, quali grafici di un singolo giorno, oppure di un intero anno o di periodi molto diversi: le stesse forme si replicano non solo in grande e in piccolo, ma anche nel breve come nel lungo termine (questa caratteristica prende il nome di ‘multi-frattale’).
  • imprevedibili i movimenti successivi a situazioni, andamenti o livelli che hanno prodotto, in precedenti casi simili, determinati movimenti.

Al meglio, quindi, possiamo sperare di riuscire a cavalcare un fenomeno naturale e complesso, quale è un andamento finanziario, non certamente a prevederlo!  Ma, per cavalcare tali fenomeni, è necessario saper cogliere i segnali deboli, ossia le minime variazioni che i velisti scorgono nel vento, i surfisti nelle onde e i cowboys nei movimenti del toro.  In ambito finanziario, invece, i segnali deboli sono rappresentati dalle minime variazioni dei volumi e dei relativiandamenti delle quotazioni in prossimità delle biforcazioni, mentrequeste si decidono per imboccare uno scenario piuttosto che l’altro.

Purtroppo, tali segnali deboli naturali sono anche inquinati da altri segnali deboli intenzionali, ossia quelli che gli Anti-Robin Hood(persuasori occulti, lobby di potere, operatori massmediatici molto influenti, eccetera…) lasciano inevitabilmente… nei grafici, in termini di volumi da loro mossi e dei conseguenti movimenti delle quotazioni.

Per cogliere questi essenziali segnali deboli, per decidere le operazioni più efficaci e per attuare le proprie decisioni (il compito più arduo…!), dobbiamo però umilmente tener presente la cronica debolezza delle nostre ‘difese immunitarie’ contro i condizionanti ‘virus mentali’ ( o ‘memi’) diffusi dal mass media (controllati dagli Anti-Robin Hood).

Ma… il peggio deve ancora venire!

E arriviamo a quanto anticipato all’inizio della prima puntata: la finanza è sulla soglia di una svolta epocale con un decisivo salto di qualità in termini di:

  • avvento della vita artificiale;
  • omologazione cognitiva degli Esseri Umani.

L’Anti-Robin Hood, con l’unico scopo di togliere ai risparmiatori per donare alle lobby di potere, sfrutta questi fenomeni già in corso e, proprio utilizzandoli, li rafforza e accelera!

Nella prossima puntata capiremo come gli ‘Anti-Robin Hood’sfruttino l’avvento della vita artificiale e l’omologazione mentale degli Esseri Umani, ma soprattutto capiremo come affrancarci da tale poderosa manipolazione e condizionamento, e ‘cavalcare’ quindi al meglio i proficui andamenti finanziari.


Nicola Antonucci   
nicola.antonucci@libero.it

Nicola Antonucci

Nicola Antonucci

  • Azienda: ComplexLab
  • Posizione: Founder
  • Città: Milano
  • Cell: +393488558073
  • Email:nicola.antonucci@complexlab.it
  • Competenze:
    • Digital Business & Marketing & Financial Development
    • Finanza - Deflazione / Deflation, RoboTrading
    • Facility Management
    • Complessità / Complexity
    • Motivatore aziendale & BioPhysical Spirituality Flow-er

nicola antonucci ritargliato2Il BLOG di Nicola Antonucci per aiutare Risparmiatori, Investitori e Traders a scegliere consapevolmente e... a non farsi fregare.

CONSULENZA ONLINE (ANCHE GRATUITA)

Pulsante Web Studio

Sei interessato?
Segui questo blog

Ogni volta che verrà inserito un nuovo articolo riceverai una notifica direttamente nella tua casella email.

×