bollino ceralaccato

Corporate Social Responsibility

Osservatorio italiano sui temi della Corporate Social Responsibility

Gli Ultras sono attori sociali

I gruppi di ultras sono sostanzialmente attori sociali. Ma il modo in cui si stanno affrontando è simile al modo in cui si trattano tutti i gruppi antagonisti. In realtà esiste un'alternativa.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

CSR: dalla retorica allo sviluppo

La caratteristica fondamentale della nostra società è l’aumento della sua complessità economica, sociale, politica, istituzionale e culturale. Aumento di complessità significa che, quando si evidenzia un trend, come ad esempio la globalizzazione, si manifesta anche il trend opposto: in questo caso la localizzazione, il radicamento, la riscoperta di trazioni ed origini. Ma, soprattutto, significa aumento delle opportunità per costruire il futuro che si desidera.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Lezione di etica alla norvegese (dal Sole 24 Ore)

E' necessario un nuovo è più intenso paradigma di CSR. Essere socialmente responsabili significa, da parte delle imprese, dopo tutto, attivare strategie che sono orientate allo sviluppo sociale complessivo. L'articolo di Riccardo Sorrentino sul Sole 24 Ore mi da lo spunto per “denunciare”comportamenti che sono socialmente riprovevoli, ma vengono passati sotto silenzio: i peccati che contrastano l’impegno allo sviluppo.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Impresa e cultura: una nuova proposta

Una delle aree più a rischio di deriva retorica è quella del rapporto tra impresa e cultura. Voglio dare il mio contributo perché il rischio della deriva retorica si trasformi in uno stimolo allo sviluppo. L’occasione mi è fornita da un articolo che è apparso oggi (lunedì 15 gennaio) su Affari Finanza che parla della presentazione del premio “Impresa Cultura”.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Dalla creatività individuale alla creatività sociale

Come ogni giovedì, il Sole 24 Ore allega al quotidiano l’inserto “Nova”. In questo numero si parla diffusamente della creatività. Un nostro commento.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Porter sulla CSR: una proposta forte senza lungimiranza

Un doveroso commento all'articolo di Michael E. Porter e Mark R. Kramer sulla CSR comparso sul numero di dicembre della Harvard Business Review dal titolo "Il legame tra Vantaggio Competitivo e la Corporate Social Responsibility".


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

www.dotherightthing.com: stiamo progettando il passo successivo

Da un articolo-suggerimento comparso su "Domenica" del Sole24Ore, la conferma della visione anglosassone della CSR così come appare da questo sito comunità che considera la responsabilità sociale delle imprese come un modo per limitare la cupidigia dell'impresa su ambiente e persone. Ma occorre andare oltre, raccogliere la sfida di progettare un futuro migliore.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Alitalia: advisor finanziario o “sociale”?

Andare oltre i consueti criteri di valutazione finanziaria. E considerare gli "Asset sociali" e lo "stakeholder value" prodotto dall'azienda. Tutto questo sarà possibile solo se nella vendita di Alitalia sarà coinvolto un "advisor sociale".


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Quarto rapporto sul clima: ragazzi dobbiamo cambiare il mondo

Oggi il Presidente dell’IPCC presenterà il quarto rapporto ONU sull’ambiente. La conclusione era scientificamente prevedibile, ma è politicamente un richiamo di inusuale forza. Occorre riequilibrare l’importanza che diamo ai beni materiali. Come? Proposta: raccogliendo la sfida dei sistemi umani.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Competere è socialmente responsabile?

Un commento a un articolo un pò nascosto di Silvia Pieraccini, sul Sole24Ore di oggi. Competere non è essere socialmente responsabile perchè significa conservare. Intraprendere è certamente meglio. L'esempio di ciò che sta accadendo nel distretto di Prato.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Le donne i cavalier l’armi e gli amori …

In realtà il titolo dell’articolo di Edoardo De Biasi sul Sole di Domenica 18 febbraio è : “Se i destini personali contano più delle aziende”. Ma credo che l’autore possa accettare questo cambio di titolazione ricordando il “ … il tempo che passaro i Mori d’Africa il mare ed in Francia nocquer tanto.”. Cambio di titolo per dare ulteriore smalto ad un articolo con il quale sono completamente d’accordo, tanto da sentire il bisogno di fornire un contributo perché il tema non sfugga, ma venga dibattuto, approfondito.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

L’ultima sfida.

Marco Panara titola il suo pezzo su “affari&finanza” nel seguente modo: “Finanza, è iniziata la sfida finale”. E racconta quella che a lui sembra una disordinata battaglia di tutti contro tutti per un fantomatico “assetto proprietario definitivo” e stabile della più grandi imprese del Paese. Soprattutto, come ovvio, il suo discorrere si sofferma sull’ “affair Telecom”. La prima cosa che non vogliamo è che si consideri questo riassetto un gioco a somma zero, ma una grande occasione per rinnovare il sistema economico finanziario italiano.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Valutazione delle strategie sociali delle società S&P/MIB attraverso la matrice di responsabilità sociale

Un appuntamento. Mercoledì 14 marzo alle ore 10.30 a Milano presenteremo i dettagli della ricerca "CSR on line" nel corso di un convegno.


Loris Belluta
Loris Belluta

Valutazione delle strategie sociali delle società S&P/MIB attraverso la matrice di responsabilità sociale: documentazione integrativa

Abbiamo pensato di minimizzare l'uso della carta. Un segnale di responsabilità ambientale. Qui potete trovare tutto il materiale e la documentazione relativa la convegno. E stampare solo ciò che più vi interessa.


Loris Belluta
Loris Belluta

L'impegno sociale è solo di facciata

L'articolo di Carolina Parma comparso a pagina 32 di "Economy", il business magazine settimanale di Mondadori, in edicola questa settimana (numero 13 del 28 marzo 2007). Riporta i risultati della nostra ricerca "CSR on line" sulle 40 società quotate nell’indice S&P/MIB della Borsa Italiana e discussi insieme nel convegno della scorsa settimana. E un'ampia intervista a Francesco Zanotti.


Loris Belluta
Loris Belluta

L’interesse per il sociale: riflettori sui top managers

La società di consulenza strategica McKinsey ha pubblicato una ricerca a 100 executive di grandi aziende sulla propensione a occuparsi di temi sociali e politici. Emergono risvolti positivi, ma anche dati allarmanti.


Redazione
Secondo Arechi

Social responsibility una scelta strategica.

E’ apparso recentemente sulla “Newsletter Bocconi” nr. 24 un interessante articolo di Stefano Pogutz su questo tema. Un plauso al coraggio dell'autore nel porre con forza il tema e la sua rilevanza. Ma la prospettiva, secondo noi, deve essere molto diversa: mettere le questioni ambientali, natura e società, al centro della strategia d'azienda. Non semplicemente conciliarle con l'obiettivo economico.


Redazione
Luciano Martinoli

Shangai, la borsa e l’impero di Cindia.

Una nuova pandemia si è, questa volta realmente, diffusa in tutto il mondo occidentale. Il male si chiama “Panico” ha colpito i possessori di titoli azionari e ha infettato tutte le borse mondiali. Federico Rampini, giornalista corrispondente da Pechino e attento osservatore di quella realtà, ci mette in guardia sul timore di uno scoppio di una bolla per un’economia cinese eccessivamente riscaldata.


Redazione
Luciano Martinoli

La Foglia Di Fico Della Sostenibilità

Una comunità è fatta da persone che hanno interesse e passione allo sviluppo sociale complessivo. Noi crediamo esista un tema che non può non interessarli: quale ruolo hanno le imprese (gli attori economici) nel costruire lo sviluppo sociale complessivo? Oggi esiste una risposta “standard” che tranquillizza gli animi e cerca di tacitare i fremiti anti impresa che continuano a vivere nella nostra società.


Redazione
Luciano Martinoli e Francesco Zanotti

Una favola sullo sviluppo possibile

Quante aziende oggi, in Italia e nel mondo, sono nella situazione di aver saturato il mercato e iniziano ad impoverire, invece che arricchire, il contesto ambientale e sociale nel quale operano? Una breve favoletta per cercare di capirlo. E capire il vero ruolo della Responsabilità Sociale delle imprese. Ne discuteremo insieme nel convegno del 14 marzo.


Redazione
Luciano Martinoli

L’interesse per il sociale: riflettori sui top managers

La società di consulenza strategica McKinsey ha pubblicato una ricerca a 100 executive di grandi aziende sulla propensione a occuparsi di temi sociali e politici. Emergono risvolti positivi, ma anche dati allarmanti.


Redazione
Secondo Arechi

Draghi al Forex di Torino: tutti applaudono, nessuno contribuisce!

Abbiamo letto il discorso del Governatore della Banca d'Italia al FOREX di Torino (pubblicato dal Corriere della Sera). Unanimi i commenti favorevoli, ma nessun contributo a tanta fatica e tanta passione. Forse una dichiarazione di impotenza sulla nostra capacità di modificare le sorti future del sistema in cui siamo immersi?


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

La retorica del risparmio: la beffa e il danno ovvero l’inefficacia e il costo

Domani si terrà, per il terzo anno consecutivo, la giornata internazionale del consumo energetico “M’illumino di meno”, promossa dalla trasmissione “Caterpillar” di Radio due. Aderiscono all’iniziativa centinaia di soggetti pubblici e privati. Bene, grande successo, e poi?


Redazione
Secondo Arechi

La terra in rosso

Oggi, 22 settembre dell’anno 2008, è quello che si definisce l’ “Earth Overshot Day”. Cioè il giorno, almeno secondo il Global Footprint Network, in cui abbiamo consumato le risorse che si rinnovano (cibo, acqua etc.) in un anno. Da ora e fino alla fine dell’anno, consumiamo risorse che non si rinnovano. Come una famiglia che al 22 di settembre ha consumato i guadagni di un anno e nei rimanenti giorni si mangia il patrimonio.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Il Large Hadron Colider, più grande martello del mondo. Ovvero: quanto ci piace l’Apocalisse!

Un investimento di otto miliardi di Euro deciso se non sulla base del nulla, sulla base di molto poco. Malgrado ciò: un investimento giustificato. Una preghiera, però: la prossima volta facciamo meglio, come abbiamo già fatto nel passato e come abbiamo bisogno per il futuro.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Alitalia, Fannie e Freddie e magari le auto. Ovvero: responsabilità sociale e strategia d’impresa

Quanto un leone muore, la savana gli sopravvive. Anzi, è la morte del vecchio leone che lascia spazio alla vitalità delle nuove generazioni. Ma, se muore tutta la savana, allora è tutta un’ecologia di animali e piante che scompare. Scompaiono giovani e vecchi leoni. Il futuro e il presente. In questi giorni sta diventando a tutti i cittadini del mondo tangibilmente evidente che esistono imprese “leone” ed imprese “savana”.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

India, Giappone e la crisi

Stanno proprio sulla stessa pagina del Sole di oggi 12 Luglio 2008. Anzi sono incastonati l’uno nell’altro. Il primo articolo: primi segnali di frenata per l’industria indiana. Il secondo: In Giappone fiducia in forte calo.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Tassi, leggi dell’economia e marziani

Oggi, venerdì 4 luglio dell’anno del Signore 2008, la BCE ha alzato il tasso base europeo di un quarto di punto. Obiettivo: frenare l’inflazione. Bene ho provato, anche leggendo il Sole 24Ore, a censire i rincari generati direttamente da questo rialzo.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Tutte le vacche del mondo in scarpe

Ne abbiamo già parlato, ma “repetita juvant”. Soprattutto quando si denunciano assurdità, ma le stesse assurdità continuano a venir riproposte come valori.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Eurobarometro ed esortazioni retoriche

Tutti i giornali (chi più che meno) rendono conto della terza edizione di “Eurobarometro – Tendenze e prospettive delle risorse umane in Europa”. Tutti ne indicano la correttezza delle analisi e delle proposte. Tutti esortano a condividere le analisi e a mettere in pratica le proposte. Tutti, però, temono che le esortazioni cadano nel nulla. Ecco vorrei proporre una tesi diversa.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Auto gestione: dipende da cosa si deve gestire!

In questi giorni sta riaccendendosi un dibattito che è quasi eterno: autogestione sì, autogestione no. Che pensare?


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Quattro lettere di superficialità

Oggi, 16 aprile 2008, Il Sole 24 ore pubblica, in prima pagina, un articolo di Nouriel Roubini dal titolo: “Le quattro lettere misteriose della recessione americana”. Come il lettore avrà capito dal titolo di questo mio contributo, l’articolo non mi è piaciuto. Ecco non solo quello: mi sono anche molto preoccupato. Ed ho deciso di scrivere e proporre.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Formazione, conoscenza e life long education: le opinioni dei formatori delle principali imprese italiane

Il nostro nuovo rapporto di ricerca che raccoglie le opinioni dirette dei formatori delle principali aziende italiane e multinazionali operanti in Italia sull'attitudine della classe dirigente a leggere e aggiornarsi. E sul ruolo di formazione e formatori.


Loris Belluta
Loris Belluta

Io sì che saprei come fare

Sottotitolo: peccato che ci sia la politica. Cioè: tutti noi. Insomma me la sto prendendo con un articolo di Guido Tabellini sul Sole 24 Ore di domenica 20 aprile 2008 dal titolo “Un patto generazionale per aiutare i giovani".


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Lettera aperta ai Contributori del Rapporto “Responsabilità Sociale” (Il Sole 24 Ore - 25 marzo 2008)

Ho letto evidentemente con interesse il rapporto del Sole 24, pregevole nelle intenzioni e nella realizzazione. La lettura mi ha, però, reso evidente che è ora di ripensare radicalmente la CSR. Nei suoi fondamenti e nelle sue pratiche. Allora mi è venuto in mente di avviare un dibattito che parta proprio dal Rapporto del Sole e che abbia come obiettivo quello di costruire una “Santa Alleanza” tra tutti coloro che credono nella CSR perché la retorica si trasformi in passione e la burocrazia in strategie di sviluppo.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Recessione e “scienze della complessità”: sintesi del dibattito pubblicato

La sintesi finale e conclusiva del dibattito scaturito dal nostro articolo "Recessione e progetto complessità" e dai seguenti commenti di Ostellino e Cipolletta.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Riflettendo sul Rapporto LUISS 2008 sulla classe dirigente: serve una nuova cultura per qualunque classe dirigente

E’ stato presentato il Rapporto 2008 della LUISS sulla classe dirigente. Ad esso ha dedicato un autorevole commento Franco Locatelli sul Sole 24 Ore di oggi (20 marzo 2008). Le conclusioni del Rapporto sono quelle che tutti si attendevano e tutti conoscono: abbiamo una classe dirigente che cerca di perpetuare se stessa. Ma quali sono le proposte per attivare un ricambio della classe dirigente?


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Sicurezza: innovazione o conflitto? Una nuova proposta dalle scienze della complessità

La sicurezza sta diventando una occasione per rinvigorire il dibattito antico pro o contro la libera impresa. Si sceglie di affrontare la sfida della sicurezza con la cultura e la prassi del confitto. Crediamo che sia una scelta errata. Crediamo che sia necessario intraprendere la strada dell’innovazione. Non la banale innovazione tecnologica, ma una profonda innovazione umana.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Recessione e “Progetto complessità”

L’occasione contingente è <b>l’articolo di Innocenzo Cipolletta sul Sole 24Ore di oggi (20 febbraio 2008) </b>dal titolo: “Italia, la recessione si può evitare”. Ma è un progetto che da tempo stiamo meditando, studiando: il nostro "Progetto complessità".<br><b>IL PROGETTO: </b>Contribuire allo sviluppo del “Pensiero complesso”, sia dal punto di vista “teorico” che “applicativo”. Arrivando a produrre una nuova visione del mondo, ricavando da essa una nuova visione dei sistemi umani e dei loro processi di evoluzione e progettando metodologie e strumenti per gestire questi processi di evoluzione. In poche parole: contribuire a costruire una nuova cultura per una nuova classe dirigente, capace di costruire un nuovo sviluppo etico ed estetico. In parole politicamente intense: l’obiettivo del processo complessità è quello di avviare una nuova azione di rifiuto e di reazione alla cultura della recessione e della crisi.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Recessione e "progetto complessità": un commento autorevole

Il commento di Piero Ostellino, editorialista del Corriere della Sera, all'articolo che abbiamo pubblicato mercoledì in questa rubrica.


Redazione
Piero Ostellino

Recessione e "progetto complessità": la risposta di Cipolletta

Evidenziamo la risposta di Innocenzo Cipolletta al nostro commento a un suo articolo recentemente apparso sul Sole. E già commentato da Piero Ostellino.


Redazione
Innocenzo Cipolletta

L’economia della quantità non assicura felicità

Mi riferisco alle note recentemente apparse su Complexlab in questa rubrica in relazione alle ricerche di Zanotti e alle riprese del dialogo di Cipolletta ed Ostellino sul tema dell’induzione, da parte nostra come soggetti economici, dell’eventualità di una crisi di stagnazione. Uno spunto appena uscito su un bellissimo libricino del prof. Pierangelo Dacrema, autore di "La dittatura del PIL. Schiavi di un numero che frena lo sviluppo".


Redazione
Carlo Molinari

Leggere e aggiornarsi? Non serve più

Questo il pensiero della "classe dirigente" italiana come emerge da "Tirature 2008" e ripreso dal Corriere della Sera. Una situazione grave. Davanti alla quale non basta lamentarsi, occorre fornire delle soluzioni percorribili per uscire da questa crisi della conoscenza. Atman Project ne propone una: "Scouting".


Loris Belluta
Loris Belluta

Fuori onda o fuori etica?

Leggo sul Corriere di oggi (15 febbraio 2008) la notizia che Zapatero è stato “cuccato” in un “fuori onda” imbarazzante. Una volta si diceva “vizi privati e pubbliche virtù”. Oggi si dice “fuori onda”. Ma ambedue indicano sempre che la classe dirigente continua ad avere due facce.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Inseguiamo soluzioni impossibili

Gli economisti sostengono che esistono le ricette per superare l’attuale situazione di crisi/stallo, ma che l’ottusità (o la malafede) dei politici impediscono che questa ricette vengano messe in pratica. Credo sia ora di dire che non è così. Un momento: non sto difendendo la classe politica attuale, anche se le mie “accuse” nei suoi confronti sono diverse dalle solite.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Sorgente Aperta, il progetto di ricerca

Cultura, metodi e servizi per governare lo sviluppo dei sistemi umani: dalle imprese alle istituzioni. Prima versione dell'e-book ad aggiornamento continuo dedicato al progetto di ricerca di Atman Project.


Loris Belluta
Loris Belluta

Se le materie prime non bastano?

Ho partecipato ieri sera al Comitato Scientifico di una importante società di servizi. Incontro riservato, nel più bel centro di Milano. Si usa. Tema di discussione: strategia di delocalizzazione. Tutto bene fino a che ho ascoltato una frase apparentemente ottimista.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Spazzatura, governabilità e complessità

Forse sono poco informato sulla spazzatura, ma a me sembra che vi siano solo denunce e non un progetto risolutivo. Anche ieri sera ho visto in TV un De Gennaro più spaesato che determinato. Questo significa che stiamo assistendo al formarsi di un’altra occasione di denuncia: la incapacità di risolvere il problema.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Principi generali per una politica innovativa di Stakeholder engagement

Scheda di approfondimento. Perché il dialogo con gli stakeholders sia fecondo occorre tener conto di alcuni principi fondamentali. Illustriamo i risultati del nostro progetto di ricerca.


Loris Belluta
Loris Belluta

Religione e scienza: forse non è così che stanno le cose

Vorrei solo fornire materia prima per il dibattito. Non una opinione a favore o contro la presenza del Papa alla Sapienza. La “materia prima” riguarda i due temi chiave che questo “incidente” ha portato alla luce: la religione e la scienza.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Peggiorerà la qualità del credito, frenerà lo sviluppo

Le banche attueranno una stretta creditizia che avrà come obiettivo quello di ridurre il rischio di credito. Il risultato che si otterrà sarà, però, opposto a quello desiderato: attuando questa stretta si peggiorerà la qualità del credito. Perché questo apparente “masochismo creditizio”?


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Egoista? No, poliarca “puro”

Il concetto di poliarchia non è molto usato se non in campo specialistico, ma può essere utile per inquadrare una tendenza preoccupante, quella della diffusione della mentalità “poliarchica pura”, che non è semplice “egoismo”, ma è connessa invece a una particolare visione del mondo.


Redazione
Gianni Rizzi

L’Italia crescerà meno del previsto. Lettera aperta a Dario Di Vico, Andrea Guerra e a tutti noi

Oggi (16 gennaio 2008) sul Corriere, ma anche su altri giornali ovviamente, si parla delle previsioni diffuse da Bankitalia sulla recessione prossima ventura. E’ un dibattito che fa rabbrividire. Le opinioni contrapposte di Dario Di Vico e Andrea Guerra.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Il referendum con grande serenità

Certo che la Suprema Corte dovrebbe essere serena nel decidere l'ammissibilità del referendum sulla legge elettorale, ma come si fa ad essere sereni con una decisione così rilevante che rischia di essere contestata, qualunque essa sia, perché, si dirà, è stata generata da pressioni, pressionuncole, pressioncelle?


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

La nostra responsabilità sociale nel 2008

Crediamo che responsabilità sociale significhi responsabilità verso lo sviluppo sociale complessivo. Per non rischiare una deriva retorica proponiamo un obiettivo concreto: aumentare la qualità e la quantità dell’occupazione nel nostro paese. Abbiamo immaginato alcune azioni strategiche. Ci sembrano le uniche efficaci e velocemente realizzabili perché, invece di agire sul sistema sociale e politico, agiscono sulle imprese.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Community management e Web 2.0: libri e convegni

Qualche commento sulla serata del 5 dicembre scorso alla SIAM di Milano. Si presentava il libro di Emanuele Scotti e Rosario Sica dal titolo "Community management" con un convegno sul tema "L’organizzazione informale è più efficiente di quella gerarchica?"


Loris Belluta
Loris Belluta

E dopo il Censis…

E dopo il CENSIS, torniamo a dire le solite e tranquillizzanti banalità. Oggi (11 dicembre 2007) sul Sole 24 Ore è apparso un articolo di uno dei più autorevoli economisti italiani: Alberto Quadrio Curzio. Il titolo: la politica fa perdere terreno all’economia.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Le Considerazioni generali del 41° Rapporto Censis: una profezia da realizzare

Le Considerazioni generali che iniziano il rapporto Censis vengono rese pubbliche agli antipodi dell’anno rispetto alle Considerazioni finali del Governatore della Banca d’Italia. Quest’anno la contrapposizione tra loro è addirittura abissale perché le Considerazioni generali dl Rapporto Censis hanno una loro grande forza descrittiva e contengono l'indicazione di una proposta di sviluppo che sembra profetica.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

La crisi finanziaria prossima ventura 2

Da un lato, Affari e Finanza ricorda che alla crisi dei mutui si sta aggiungendo quella delle carte di credito, soprattutto delle carte revolving. Dall’altro, CorrierEconomia, con una intervista a Marcello Messori, ricorda che all’origine della crisi vi è il fenomeno della cartolarizzazione selvaggia. Come rimediare?


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Una svolta, ma “vecchia” di più di vent’anni

Stamattina (20 novembre 2007) vedo due paginate sul Corriere dal titolo “La svolta dell’Europa: il PIL non dice tutto sulla qualità della vita”. Il primo commento inevitabile è: ma se ne accorgono solo ora? Il concetto di impronta ecologica risale a più di venti anni fa.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Nuove frontiere della scienza, alta finanza e cittadinanza.

Stamattina sfogliando “Affari e Finanza” di Repubblica, ben nascosto a pag. 29 perché nelle prime pagine si discute se, nella battaglissima prossima ventura della finanza, vincerà Bazoli o Geronzi, si parla di “Nuove frontiere della scienza”. E cosa è la nuova frontiera di cui si parla? Ecco, del fatto che da oggi, udite udite, il Lisomucil per bambini, sarà arricchito di gusto al lampone!


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Capitalismo 3.0: il corniciaio e la Gioconda

Confesso che non ho letto il libro, non ho partecipato alla presentazione, ma ho letto l’articolo di Peter Barnes su Nova di oggi (15 novembre 2007). Leggerò naturalmente il libro quanto prima. Il mio commento? Racchiuso in una storiella che riguarda Leonardo.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Class Action, nomine Telecom: incertezze e bufere.

Quando si rimanda, poi il male peggiora e le cure affrettate rischiano di essere peggiori del male stesso: è l’incertezza che genera la bufera. Credo che nessuno contesti questa verità. I due casi citati nel titolo ne sono una dimostrazione.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

La camera dei lord: ovvero l’autoreferenzialità questa sconosciuta

Il Sole-24ore di oggi ha pubblicato a pag. 15 un articolo che descrive uno studio di tre ricercatori che hanno esaminato la composizione dei Consigli di Amministrazione delle società quotate tra il 1998 e il 2006. La sintesi dei risultati è semplice: vi sono 75 inamovibili che fanno parte di più consigli di amministrazione e che collegano il 76% delle società quotate.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Ci vogliamo dimenticare della produttività o no???

Per carità, non voglio demonizzare la produttività: certamente se le nostre imprese riescono a produrre a costi inferiori è tanto di guadagnato. Ma oramai l’incremento di produttività è una condizione necessaria, ma non sufficiente per lo sviluppo e la crescita.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Trenta Euro di sviluppo

E’ di oggi (25 ottobre 2007) la notizia che la FIAT ha deciso unilateralmente un aumento di 30 Euro in acconto all’aumento che sarà previsto dal prossimo contratto. Buona notizia per i lavoratori, certamente. Ma anche una buona occasione per proporre qualche ripensamento. Delle relazioni industriali. Delle strategie industriali. Del management.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Prima contrapposizione: responsabilità nei confronti degli azionisti o dell’occupazione?

Con la nuova ricerca che abbiamo avviato ci rivolgiamo al top management delle imprese italiane con l’obiettivo di arrivare al cuore del rapporto tra impresa e società. Vi proponiamo la prima delle contrapposizioni che abbiamo elaborato dove gli “interessi” della società sembrano contrapporsi agli “interessi” dell’impresa.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Aspen Institute, socialità e business school di provincia

Apprendo dal Corriere di oggi, 19 ottobre 2007, che l’Aspen Institute ha pubblicato una “graduatoria alternativa” delle business schools usando come criterio di giudizio la presenza di contenuti sociali e ambientali nel loro “core curriculum”. Prevalgono le business schools americane sulle europee, tra queste brilla la Spagna, mentre è completamente assente l’Italia.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Swap, responsabilità sociale e valore per gli azionisti

Mi immagino di essere un azionista: ho appena saputo che la mia banca ha una semestrale da sogno. Stappiamo lo champagne! Mentre le bollicine spumeggiano fuori dalla bottiglia e dentro il bicchiere mi sovviene un pensiero: accidenti rischio di stappare lo champagne da solo. Forse neanche in compagnia di me stesso!


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Swap, responsabilità sociale e valore per gli azionisti

Mi immagino di essere un azionista: ho appena saputo che la mia banca ha una semestrale da sogno. Stappiamo lo champagne! Mentre le bollicine spumeggiano fuori dalla bottiglia e dentro il bicchiere mi sovviene un pensiero: accidenti rischio di stappare lo champagne da solo. Forse neanche in compagnia di me stesso!


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Marchionne, la responsabilità sociale e oltre.

“Oltre” significa che l’articolo di Marchionne (sul Corriere di ieri, domenica 23 settembre) ci ha fatto consapevolizzare una urgenza che richiede una risposta. Per costruire questa risposta abbiamo progettato un’iniziativa alla quale chiediamo la collaborazione di tutti coloro che seguono il nostro impegno. “Oltre” per significare che le parole, pur autorevoli, devono essere rese significative dai comportamenti.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Lo strappo della FIOM e l’imprenditorialità di popolo

Lo strappo della FIOM è su tutti i giornali. E viene letto in termini di giudizio: errato perché rompe l’unità sindacale oppure perché è la manifestazione di una cultura antisistema, giusto proprio perché è una azione antisistema della quale vi è assoluto bisogno. Non vorrei aggregarmi ai due schieramenti, ma proporre qualche riflessione impertinente.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Otto nuove banche all’anno: ma davvero è un brutto segnale?

Franco Locatelli sul Sole di domenica propone nella rubrica “Controluce” un articolo dal titolo “Sono nate 100 nuove banche locali: brutto segno”. Ma perché Locatelli giudica negativa la nascita di nuove banche? Per un mito ed una paura.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

La crisi finanziaria prossima ventura

Io non so come si svilupperà la crisi finanziaria prossima ventura, ma so quale sarà la fonte. E quale potrebbe essere il modo per evitarla e perché non lo si farà.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Consulenti alla sbarra

Se non fosse tragico, sarebbe ridicolo! La grande idea per diminuire i costi della “macchina” statale è quella di eliminare le consulenze. Credo che occorra ribellarsi con estrema energia a questa sciocchissima proposta. Lo faccio io con questa lettera aperta alla quale cercherò di dare la massima diffusione possibile: datemi tutti una mano ad ulteriori diffusioni.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

CSR: da un compromesso al ribasso ad una nuova Governance dello sviluppo

La nostra nuova ricerca "progettuale": la prospettiva del top management sulla Responsabilità Sociale d’Impresa. Stiamo raccogliendo commenti e riflessioni di un campione della classe dirigente manageriale ed imprenditoriale italiana attraverso due gruppi di schede di approfondimento.


Loris Belluta
Loris Belluta

Dialoghi e progettualità sociale

Devo ammetterlo: è uno di quegli articoli che fanno saltare la mosca al naso. E contribuiscono direttamente, anche se certamente involontariamente, alla convinzione diffusa (e, leggendo questo articolo del prof. Sartori sul Corriere, non infondata) che la conoscenza è da lasciare ai teorici perchè nella vita concreta è necessaria l’esperienziaccia.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Ricominciando: i nostri progetti e gli obiettivi.

Ci eravamo lasciati con una promessa: che alla ripresa avremmo proposto un rilevante rilancio della nostra azione. L’abbiamo progettato e lo stiamo realizzandolo. Ecco i nostri obiettivi: la pubblicazione di un libro; un nuovo portale per la consulenza direzionale; un Evento epocale.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Arrivederci con una promessa.

Anche noi ci prendiamo un periodo di pausa. Ma sarà un periodo di diversa operosità. Tanto che il nostro saluto è in realtà una promessa.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Un engagement efficace ed efficiente degli stakeholders tradizionali, spontanei e locali

Cosa fare quando compaiono nuovi stakeholders (ad esempio locali o spontanei, il "comitato di quartiere" di turno per intenderci) dotati di inaspettato consenso? Per rispondere a questa domanda dobbiamo cercare di capire più nel profondo il ruolo e i processi di sviluppo degli stakeholders. I risultati del nostro progetto di ricerca.


Loris Belluta
Loris Belluta

Alitalia: una storia di irresponsabilità sociale diffusa.

Ma cosa è l’Alitalia? E’ bilanci, ferraglia, soldi e concessioni? Anche! Ma è soprattutto le sue persone. Allora guardiamo chi vi è stato e vi è al capezzale di questo grande malato.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

I convegni sulla Csr: ritrovo tra i soliti noti.

Quello che ho notato da un anno a questa parte partecipando a molti convegni sulla CSR mi preoccupato molto. E di indizi che portano a pensare che si stia istituendo quello che sta purtroppo già diventando “il gran rituale della convegnistica sulla CSR” ce ne sono molti.


Loris Belluta
Loris Belluta

Troppi estremisti non permettono di decidere?

Stimolato da due articoli di Guido Tabellini e Giancarlo Santalmassi, sono giunto alla conclusione che il vero problema dell’Italia è un problema di metodo. In Italia non solo non si decide, ma si decide male. E le soluzioni, salvo quelle banali, non si scorgono. A meno di individuare un nuovo metodo di governo della complessità.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Vendita Telecom e responsabilità sociale: il nostro rapporto di analisi.

La vera chiave di lettura di questo documento è la “sorpresa”. A molti apparirà sorprendente il titolo perché si chiederanno: ma che c’entra la responsabilità sociale con un passaggio di proprietà? A noi appare molto sorprendente la sorpresa. Il riflettere su questo intrecciarsi di sorprese ha generato una preoccupazione: la vicenda del passaggio di proprietà di Telecom Italia travalica i destini di una impresa, ma è l’archetipo della sfida che abbiamo di fronte e che stiamo clamorosamente perdendo. La preoccupazione ci ha spinti a formulare una proposta. Ma andiamo con ordine.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

La FIOM non vuole la Borsa?

Domenica 24 giugno a Milano, immerso in una canicola che a me sembrava inventata di sana pianta dai media, ho visto l’articolo di fondo del Sole 24 Ore. Era di Guido Gentili ed aveva come titolo: “La Borsa è un pericolo, l’incredibile veto della Fiom”. La Fiom si oppone alla quotazione in borsa di Fincantieri. E perché si oppone?


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Lezioni da Danone, Sony e Reale Mutua

Non mi piace mai idealizzare perché in ogni esperienza umana (economica o meno che sia) vi sono lezioni di cui fare tesoro. Ma questa vicenda umana, famigliare ed economica riportata dal Sole 24 Ore di domenica 17 giugno credo insegni molto più di altre. E’ la storia della Danone. Riporto i fatti e le opinioni dell’articolo che più mi hanno colpito. Ma Sony e Reale Mutua che c’entrano? Leggendo l’articolo mi sono venute in mente...


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

L’utopia del dialogo … o della decisione?

Sul Sole 24 Ore il prof. Perotti contesta (amabilmente e seriamente) l’utopia del dialogo, paventando che essa impedisca la nascita di un Dpef serio ed efficace. In realtà se la prende con la retorica della concertazione e dimostra tutti i fallimenti a livello di politica economica di un simile modo di costruire il futuro di tutti noi. Non resistiamo alla tentazione di controbattere questa opinione.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Il contratto impossibile. Perché?

L’articolo di fondo del Corriere di oggi 13 giugno 2007 è a firma Pietro Ichino ed ha per titolo: “Il contratto impossibile”. Vi si denuncia la crescente difficoltà nel chiudere i contratti nazionali di lavoro. La soluzione: semplificare o, meglio, costruire visioni comuni valorizzando la diversità?


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

La irresponsabilità della superficialità

Conoscenza e sistemi umani, basta riflettere su queste parole per misurare la superficialità che spesso accompagna chi le utilizza senza avere la più pallida idea di cosa vogliano dire. Così scoprendo incertezze e insipienze, arriviamo a dare un altro contributo al concetto di responsabilità sociale.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Apprendisti stregoni alla BCE

Che bello: hanno aumentato il costo del denaro e il Presidente della BCE annuncia categorico che non è finita. Lo si vede nella foto del Sole 24 ore (pag 4 di oggi 7 giugno 2007) con il dito teso quasi a minacciare...


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

L’India degli intoccabili e il nostro futuro

Quando le considerazioni finali del Governatore della Banca d'Italia diventano irrilevanti, peggio: irreali. Un articolo sul supplemento domenicale del Sole 24 Ore del 3 Giugno “Gli intoccabili di Buddha”. E un articolo su Affari & finanza del 4 giugno “I consumatori hanno conquistato la rete”.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Parmalat, banche e CSR: non una denuncia, ma una proposta.

Non una denuncia, ma una proposta. Una analisi diversa da quelle usuali. Il punto di partenza è un articolo apparso oggi (23 maggio 2007) sul Sole 24 Ore a firma di Giuseppe Oddo dal titolo: “Parmalat e l’inganno dei bond”. Un articolo rilevantemente critico nei confronti di molte banche, e del sistema nel suo complesso.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Unicredit e Capitalia il giorno dopo: convenienza o responsabilità verso lo sviluppo?

L'articolo di Marco Panara su “Affari & Finanza” uscito oggi (21 maggio 2007) dal titolo: “Dietro le quinte di Unicredit e Capitalia”. E’ un articolo che inizia nella prima pagina. E, poi, si continua nella seconda, cambiando titolo “Fra Unicredit e Capitalia soltanto nozze di convenienza”, spiegando che dietro le quinte, cioè al di là del dichiarato, vi è solo “convenienza”. Convenienza di chi?


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Capitalia, Unicredit, BCC, media e sviluppo

Parliamo del ruolo “conservatore” che hanno i media. Se prendete in mano il Sole 24 Ore del 18 maggio 2007 leggete in prima pagina, a caratteri cubitali: "Superbanca, giochi fatti". Il titolo (e l’articolo seguente) si riferisce alle “nozze” tra Capitalia e Unicredit. Il Sole 24 Ore ha considerato prioritario informare i lettori su questa notizia. E, naturalmente, ne ha completamente trascurata un’altra.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

A che punto è la CSR?

L'intervista a Francesco Zanotti pubblicata all'interno del numero di questo mese di Espansione.


Loris Belluta
Loris Belluta

Cina e Piergaetano Marchetti: superiamo il concetto di Responsabiltà Sociale

Lo spunto per questo accostamento mi è stato fornito da un articolo comparso sul “Corriere della sera” di sabato 12 maggio dal titolo: “Cina, le multinazionali frenano” a firma di Fabio Cavalera. E da una intervista rilasciata da Piergaetano Marchetti a Vittorio Da Rold e pubblicata sul Sole 24 Ore dello stesso giorno.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Tecnologia, intangibili e formazione.

Guido Tabellini sul Sole 24 Ore di domenica 6 maggio propone un articolo dal titolo: “Per investire nel futuro non basta un’agenzia”. E dal “sopratitolo”: il Capitale Umano. Se si aggiungesse la parola”intangibili”, tutti si immaginerebbero il contenuto. In sintesi: non basta una agenzia burocratica per generare innovazione, occorre investire nel capitale umano. E i prodotti di questo investimento (gli intangibili) devono essere evidenziati sia nei bilanci aziendali che nazionali.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Ma dai, non è interferenza politica!

Telecom prima puntata: il fatto che gli azionisti di riferimento del caso Telecom non vengono lasciati in pace a giocarsi la loro partita è un fatto certo. Ma da dove vengono le interferenze?


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Conferenza ASDA

Presentazione della ricerca "CSR on line" e della "Matrice di CSR" durante la conferenza ASDA presso SDA Bocconi.


Loris Belluta
Loris Belluta

TAV e stakeholder engagement. Ovvero: una progettualità sociale che funziona.

Uno studio delle FS, pubblicato recentemente dal Sole 24Ore, per giustificare i 3,2 miliardi di maggiori costi per la TAV nella tratta Torino-Milano-Napoli. In gran parte nascono dalla reazione dei territori al progetto dell'alta velocità che li attraversa. Nasce una questione: come gestire e dialogare con la miriade di stakeholders locali che puntualmente (e purtroppo inaspettatamente) nascono sotto la spinta di nuovi e importanti progetti.


Francesco Zanotti
Francesco Zanotti

Io, azionista di maggioranza di Telecom Italia.

Un piccolo azionista di Telecom Italia (il 70,5% del capitale, una larga maggioranza) è, a parole, preso in grande considerazione dall'azienda. Ha perfino un portale dedicato. In realtà non è così. Non può dire nulla. Neppure sulle vicende di questi giorni. E si sente molto preso in giro quando viene interpellato per un giudizio sulle partite dei campionati sponsorizzati dall'azienda. Alla faccia della sostenibilità sociale.


Redazione
Luciano Martinoli

L'equivoco della CSR

Un equivoco aleggia nell’aria a proposito della Responsabilità Sociale: le grandi aziende se ne occupano, le piccole no. Per comprendere dove si annida l’incomprensione, facciamo una piccola premessa a proposito di cosa è per noi, e cosa invece comunemente s’intende, la CSR.


Redazione
Luciano Martinoli
×