bollino ceralaccato

Finanza Scientifica

Semplici e brevi spunti per comprendere la Finanza partendo dalla comprensione scientifica... di noi stessi. Potenzialità e limiti nel vedere le biforcazioni, gli scenari e i conseguenti dilemmi, nell'affrontare questi utlimi con decisioni ottimali e, soprattutto, nell'attuarli - il compito più difficile!

Lasciate ogni previsione voi ch’entrate!
parafrasando Dante, Inferno, Canto III

Soprattutto: "Lasciate ogni speranza voi ch'entrate"... nella Finanza, se non conoscete bene voi stessi - scientificamente!

Scientifico, per secoli, ha significato "prevedibile", ma la stessa Scienza, umilmente, ha ammesso un nuovo ambito nel quale persino la conoscenza esatta e matematica del fenomeno non ne permette la prevedibilità, se non molto limitatamente. Il nuovo ambito è quello dei sistemi complessi e caotici.

La Teoria della Complessità, grazie alla comprensione delle turbolenze, è riuscita a far emergere le caratteristiche sotterranee di fenomeni prima incomprensibili in svariati ambiti: meteorologia, fluidodinamica, moti convettivi, andamenti borsistici ed altri fenomeni naturali.

I° Comandamento: i sistemi complessi e caotici non sono prevedibili, se non in specifici intervalli di prevedibilità’ tra gli attrattori caotici ('biforcazioni' e relative coppie di 'scenari'), ma possono invece essere cavalcati.

Bene. Peccato però che, per ‘cavalcare’ i diversi possibili ‘scenari’ di un fenomeno caotico, l'investitore debba anche decidere.  Un’altra moderna disciplina scientifica è disponibile per risolvere i dilemmi decisionali: la Teoria dei Giochi.

Bastano pochi suoi principi e criteri operativi per acquisire nuovi ‘occhiali’ , nuovi comportamenti, nuove strategie che permettano di ottimizzare le decisioni operative finanziarie: tra queste, le  'strategie miste'.

Benissimo. Con questi  'occhiali speciali' l'investitore intravede i possibili scenari finanziari, e riesce anche a comprendere quali siano i migliori comportamenti da perseguire.
L'investitore, però, rimane sempre un Essere Umano, con ineludibili limiti cognitivi e con un Libero Arbitrio… poco libero!

Le recenti Scienze Cognitive hanno svelato quanto la coscienza, il libero arbitrio e l'autonomia decisionale siano solo una frazione della nostra attività cognitiva, ossia quella che si svolge nella fase "d'Io":  autonoma, decisionista, creatrice). L'altra parte, preponderante, è quella che si svolge nella fase "d'Automa": i nostri comportamenti sono pilotati e programmati sia internamente (strutture neurali, ormoni, neurotrasmettitori), sia esternamente (memi, o virus culturali).

La Finanza Scientifica intende rendere comprensibile e proficua la Finanza partendo dalla comprensione scientifica di noi stessi, mostrando come affrancarsi da tanti condizionamenti culturali, e come comprendere le reali possibilità di investire il proprio tempo e capitale per una maggior Benessere finanziario, psico-fisico ed esistenziale.

E' assolutamente inutìile, se non addirittura dannoso, affrontare la Finanza senza prima comprendere bene noi stessi - scientificamente!

Solo così la nostra umana - troppo umana - "Algebra di Valori" sarà in grado di elaborare  valori sufficienti e, soprattutto, non distrorti per arrivare a valutazioni di beneifici e rischi a nostro favore, e non di avidi persuasori, manipolatori, Anti-Robin Hood...!

Il Caos favorisce le menti preprate - parafrasando L.Pasteur

 

IMPORTANTE:

(estratto da "Dalle Balle alle Bolle: la Finanza sull'Orlo del Caos - Come cavalcare l'imprevedibilità dei mercati finanziari" - di Nicola Antonucci, Hudsucker Editore )

L’impegno etico e l’obiettivo prioritario della Finanza Scientifica è, soprattutto, di non nuocere! Una sorta di “giuramento d’Ippocrate” (lanciato da Benoît Mandelbrot - 1924, fondatore della geometria e della finanza frattale) che alla Finanza tradizionale farebbe tanto, ma proprio tanto, bene.

Il mio corollario personale di tale “giuramento” è di aiutarti a evitare le perdite indotte da chi vuole nuocerti.  Tanti hanno interesse a nuocerti, persino a fregarti, e il primo guadagno in Borsa per risparmiatori, investitori privati e traders è… non perdere, non farsi ingannare, non farsi manipolare.

Ben prima di imparare a guadagnare (forse…) da chi vanta di aver guadagnato (forse…) con la Finanza, impara a non perdere e a non farti condizionare grazie alle preziosissime esperienze negative di chi… ha perso e s’è fatto condizionare, ossia da chi ha imparato molto “sulla sua pelle” – usa me e la Finanza Scientifica per questo.

Questo è lo scopo della Finanza Scientifica.

Solo così potrai affrontare il decisivo dilemma tra Fight or Flight – “combattere o fuggire”: affrontare i rischi per guadagnare, oppure rinunciare ai possibili guadagni per paura di perdere.

 

 

Per informazioni e chiarimenti: nicola.antonucci@libero.it

Samuele
Samuele :
18/02/2012 11:20

ma non perdete la speranza...

Samuele
Samuele :
18/02/2012 11:51

altra considerazione: questi strumenti non servono tanto per "non perdere" quanto per cercare di capire come funziona e considerare anche i rischi esterni di chi può influire sull'andamento dei mercati.

Per ora, l'onesto analista o consulente, dovrebbe dire: "possiamo diversificare il rischio per tipo di investimento, luogo, propensione al rischio dell'investitore ecc ecc" e fare un piano per limitare le perdite quando il mercato scende e guadagnare quando va bene.

Questo, però, non significa aver capito il funzionamento del mercato. Motivo? Quel consulento onesto sarà preparato e pure rispettoso di un codice etico (non è poco) ma si basa (pure lui - suo malgrado) su modelli obsoleti.

Nicola
Nicola :
18/02/2012 12:41

Bravo Samuele, tutto parte dai "modelli obsoleti" di cui sono intrise le menti, in buona fede, di economisti, banchieri, docenti, giornalisti, consulenti.... Per cambiare tali e tante menti, ecco che arrivano le Crisi - quelle terapeutiche come questa!
Ad maiora!

Aggiungi un commento
Nicola Antonucci

Nicola Antonucci

Collaborano al Progetto

Financial Broker - Nicola Antonucci

La Complessità applicata alla Finanza

Sei interessato?
Segui questo progetto

Ogni volta che verrà inserito un nuovo articolo riceverai una notifica direttamente nella tua casella email.

Dello stesso autore
Cos’è la deflazione: definizione e opportunità

Oggi tanti iniziano a parlare di deflazione e a paventarla, dopo anni di sua presenza strisciante ma negata dal mainstream politico-accademico! Ora, anziché diventare, come loro, “veggenti… d...

Nuovo Membro per il nostro prestigioso Advisory Board (Comitato Etico - Scientifico)

Con l'ingresso di Lucia Castellano, il nostro Advisory Board risulta composto da otto personalità che hanno deciso, a titolo volontario, di aderire - monitorandone la coerenza etica e scientifica ...

Come scrivere contenuti per Google e attrarre clienti dalla Rete

Scrivere contenuti di qualità è una delle più impegnative attività cognitive umane, e richiede svariate doti che, oggigiorno, vanno integrate con nuove competenze per poter essere, anche, effic...

Devo attrarre clienti nella Prima Pagina di Google! Ma perché?

Per un approccio scientifico alla visibilità, alla riconoscibilità e alla Reputazione in Rete, con metodologie e ritorni misurabili. Perché attrarre clienti nella prima Pagina di Google, e come...

ComplexLab Srl: diventa Socio di una start-up Innovativa!

Vuoi diventare Socio di una Start-up Innovativa in ambito Internet / Web Marketing? Ti sei proposto per il 2016 di contribuire alla Crescita Sostenibile di un’Italia più tecnologica? Bene! Tie...

Trading Online Automatizzato oppure quanto ti costa guadagnare col trading?

Guadagnare col trading online è possibile ma con quali costi esistenziali? E da solo, senza un Partner NonUmano, il costo esistenziale potrebbe diventare insostenibile. Per questo Umanot ti prese...

×