Scenari Complessi Finanziari @ Finanza Scientifica

Finanza Scientifica

Lasciate ogni previsione voi ch’entrate!
parafrasando Dante, Inferno, Canto III

Soprattutto: "Lasciate ogni speranza voi ch'entrate"... nella Finanza, se non conoscete bene voi stessi - scientificamente!

Scientifico, per secoli, ha significato "prevedibile", ma la stessa Scienza, umilmente, ha ammesso un nuovo ambito nel quale persino la conoscenza esatta e matematica del fenomeno non ne permette la prevedibilità, se non molto limitatamente. Il nuovo ambito è quello dei sistemi complessi e caotici.

La Teoria della Complessità, grazie alla comprensione delle turbolenze, è riuscita a far emergere le caratteristiche sotterranee di fenomeni prima incomprensibili in svariati ambiti: meteorologia, fluidodinamica, moti convettivi, andamenti borsistici ed altri fenomeni naturali.

I° Comandamento: i sistemi complessi e caotici non sono prevedibili, se non in specifici intervalli di prevedibilità’ tra gli attrattori caotici ('biforcazioni' e relative coppie di 'scenari'), ma possono invece essere cavalcati.

Bene. Peccato però che, per ‘cavalcare’ i diversi possibili ‘scenari’ di un fenomeno caotico, l'investitore debba anche decidere.  Un’altra moderna disciplina scientifica è disponibile per risolvere i dilemmi decisionali: la Teoria dei Giochi.

Bastano pochi suoi principi e criteri operativi per acquisire nuovi ‘occhiali’ , nuovi comportamenti, nuove strategie che permettano di ottimizzare le decisioni operative finanziarie: tra queste, le  'strategie miste'.

Benissimo. Con questi  'occhiali speciali' l'investitore intravede i possibili scenari finanziari, e riesce anche a comprendere quali siano i migliori comportamenti da perseguire.
L'investitore, però, rimane sempre un Essere Umano, con ineludibili limiti cognitivi e con un Libero Arbitrio… poco libero!

Le recenti Scienze Cognitive hanno svelato quanto la coscienza, il libero arbitrio e l'autonomia decisionale siano solo una frazione della nostra attività cognitiva, ossia quella che si svolge nella fase "d'Io":  autonoma, decisionista, creatrice). L'altra parte, preponderante, è quella che si svolge nella fase "d'Automa": i nostri comportamenti sono pilotati e programmati sia internamente (strutture neurali, ormoni, neurotrasmettitori), sia esternamente (memi, o virus culturali).

La Finanza Scientifica intende rendere comprensibile e proficua la Finanza partendo dalla comprensione scientifica di noi stessi, mostrando come affrancarsi da tanti condizionamenti culturali, e come comprendere le reali possibilità di investire il proprio tempo e capitale per una maggior Benessere finanziario, psico-fisico ed esistenziale.

E' assolutamente inutìile, se non addirittura dannoso, affrontare la Finanza senza prima comprendere bene noi stessi - scientificamente!

Solo così la nostra umana - troppo umana - "Algebra di Valori" sarà in grado di elaborare  valori sufficienti e, soprattutto, non distrorti per arrivare a valutazioni di beneifici e rischi a nostro favore, e non di avidi persuasori, manipolatori, Anti-Robin Hood...!

Il Caos favorisce le menti preprate - parafrasando L.Pasteur

 

IMPORTANTE:

(estratto da "Dalle Balle alle Bolle: la Finanza sull'Orlo del Caos - Come cavalcare l'imprevedibilità dei mercati finanziari" - di Nicola Antonucci, Hudsucker Editore )

L’impegno etico e l’obiettivo prioritario della Finanza Scientifica è, soprattutto, di non nuocere! Una sorta di “giuramento d’Ippocrate” (lanciato da Benoît Mandelbrot - 1924, fondatore della geometria e della finanza frattale) che alla Finanza tradizionale farebbe tanto, ma proprio tanto, bene.

Il mio corollario personale di tale “giuramento” è di aiutarti a evitare le perdite indotte da chi vuole nuocerti.  Tanti hanno interesse a nuocerti, persino a fregarti, e il primo guadagno in Borsa per risparmiatori, investitori privati e traders è… non perdere, non farsi ingannare, non farsi manipolare.

Ben prima di imparare a guadagnare (forse…) da chi vanta di aver guadagnato (forse…) con la Finanza, impara a non perdere e a non farti condizionare grazie alle preziosissime esperienze negative di chi… ha perso e s’è fatto condizionare, ossia da chi ha imparato molto “sulla sua pelle” – usa me e la Finanza Scientifica per questo.

Questo è lo scopo della Finanza Scientifica.

Solo così potrai affrontare il decisivo dilemma tra Fight or Flight – “combattere o fuggire”: affrontare i rischi per guadagnare, oppure rinunciare ai possibili guadagni per paura di perdere.

 

 

Per informazioni e chiarimenti: nicola.antonucci@libero.it

Samuele
Samuele says:
18/02/2012 11:20

ma non perdete la speranza...

Samuele
Samuele says:
18/02/2012 11:51

altra considerazione: questi strumenti non servono tanto per "non perdere" quanto per cercare di capire come funziona e considerare anche i rischi esterni di chi può influire sull'andamento dei mercati.

Per ora, l'onesto analista o consulente, dovrebbe dire: "possiamo diversificare il rischio per tipo di investimento, luogo, propensione al rischio dell'investitore ecc ecc" e fare un piano per limitare le perdite quando il mercato scende e guadagnare quando va bene.

Questo, però, non significa aver capito il funzionamento del mercato. Motivo? Quel consulento onesto sarà preparato e pure rispettoso di un codice etico (non è poco) ma si basa (pure lui - suo malgrado) su modelli obsoleti.

Nicola
Nicola says:
18/02/2012 12:41

Bravo Samuele, tutto parte dai "modelli obsoleti" di cui sono intrise le menti, in buona fede, di economisti, banchieri, docenti, giornalisti, consulenti.... Per cambiare tali e tante menti, ecco che arrivano le Crisi - quelle terapeutiche come questa!
Ad maiora!

Commenting has been disabled.

pubblicato il 10 Giugno 2010

Autore

Nicola Antonucci
ComplexLab - Founder

Collaborano al Progetto

logo afb 2

La Complessità applicata alla Finanza

Sei interessato?
Segui questo progetto

Ogni volta che verrà inserito un nuovo articolo riceverai una notifica direttamente nella tua casella email.

Dello stesso autore
BNI - ComplexLab: siglata la partnership

Due realtà complementari iniziano un percorso comune. Obiettivo: connettere le Competenze al Business grazie al Marketing di Rete

UMANOT: primi "vagiti"

Dopo i precedenti annunci, ritardi e criticità tecniche hanno posticipato i tempi previsti per la verifica e validazione dei criteri dell’Analisi Fisica alla base di un progetto di sistema di tr...

Cos’è la teoria dei giochi?

Semplici principi e concetti per iniziare a comprendere la Teoria dei giochi e le sua applicazioni in svariate situazioni: organizzazoni complesse, esperienze esistenziali, sfide ripetitive.... pa...

Oltre l'Euro(pa) - cosa accadrà dopo il 25 Maggio 2014

Il Caos favorisce le menti preparate - parafrasando Louis Pasteur. Nessuno può prevedere il futuro, ma sapere immaginare possibili scenari futuri è un preciso compito e talento che la Comples...

Cofely , ISS Facility Services , Sodexo e altri mangioni: il Facility Management in (con)fusione?

Tipico settore anticiclico, il Facility Management in Italia ha in effetti goduto della crisi degli ultimi anni, ma...  ne ha fatto tesoro? Non tanto, e si direbbe piuttosto che ne abbia fatta ind...