bollino ceralaccato

Devo attrarre clienti nella Prima Pagina di Google! Ma perché?

Per un approccio scientifico alla visibilità, alla riconoscibilità e alla Reputazione in Rete, con metodologie e ritorni misurabili. Perché attrarre clienti nella prima Pagina di Google, e come? Soprattutto, per cosa? Quali obiettivi, benefici, ritorni - misurabili? Un primo studio approfondito.

Google Cognitive System

INDICE DEGLI ARGOMENTI:

Chi è Google?

Noi siamo Google

Scrivi per l’Umano, con un occhio al Robot

Contenuti Sostenibili – nella Prima Pagina di Google

Quali sono i KPI di una strategia digitale vincente?

Come misurare l’efficacia della mia strategia digitale?

Ho sviluppato, ho misurato… e ora, cosa fare in pratica? 

Conclusioni

 

Chi è Google?

Sempre più decisori aziendali e istituzionali, chiedono, con crescente Fiducia, idee e soluzioni interessanti e innovative ai Canali web, social, e soprattutto a Google.

Questi canali, e soprattutto Google per il suo sempre più affidabile ranking, valutano centinaia di parametri relativi al nostro Comportamento Umano durante la lettura di Contenuti in Rete (tempo, commenti, citazioni, link, invio ad amici, Mi piace, click, ecc ecc...)!

Quindi, Google è… (anche) tutti noi!

Ma più operativamente e commercialmente: qual è il suo core business? Di cosa si nutre? Qual è la sua materia prima di potenziamento? Qual è l’essenza del suo Valore?

Non diresti certamente più, come 5 anni fa: “è un database di informazioni”.

Oppure, come ancora un anno fa: “è un motore di ricerca”… troppo riduttivo, vero?

Se moltissimi hanno imparato a impostare Google come prima pagina del proprio browser non è un caso. Ma Google non è più solo la pagina iniziale da cui far partire le nostre ricerche.  

Seppure non con piena consapevolezza, stai intuendo da un po’ di tempo che Google è… un Chi, e non più un Cosa.

Google è il più noto, diffuso e pervasivo Referenziatore della Storia!

I Business Network, le Associazioni, le Reti d’Impresa ambiscono a esserlo per i propri partecipanti e iscritti – nel mondo fisico.

Google lo è nel mondo virtuale. 

 

Noi siamo Google

Il Valore quindi di Google è determinato da quanti Noi connette, da quanta Fiducia crea in Noi, da quanta Competenza e Conoscenza mette in circolo in maniera qualificata e certificata dal suo ranking.

Essere nella Prima Pagina di Google ha valore e, soprattutto, è un Valore: l’Esserci.

Se esserci può essere reputato relativamente importante, quanti invece reputano assolutamente importante che non ci sia il proprio concorrente…?

Intendiamoci: non un esserci legato a un investimento pubblicitario, bensì unicamente al merito, alla pura competizione nel ranking "organico" di Google.

Una concorrenza spesso vissuta oggigiorno con preoccupazione, a cui si tenta di far fronte con un migliore posizionamento nella prima pagina di Google.

A questo punto, è quindi importante capire che il posizionamento nelle prime posizioni viene conferito non tanto direttamente da Google, ma attraverso Google da Noi stessi!

Sono i nostri comportamenti umani ad essere monitorati e misurati, ogni volta che Google ci sottopone un Contenuto con la Soluzione auspicata a una nostra esigenza.

Quanto tempo spendiamo per leggere il Contenuto, in quale modalità scorriamo le pagine, entriamo nelle sue sottosezioni e link, lo commentiamo, lo citiamo addirittura da un nostro sito…? Oltre un centinaio di parametri sono misurati a ogni nostro accesso ed è tale complessità di comportamenti a far emergere non solo quanto sia visibile e ben scritto un contenuto, ma soprattutto quanto sia interessante, innovativo, originale, efficace per il nostro problema – incredibile ma vero!

Un Contenuto diventa pertanto Sostenibile nella Prima Pagina di Google – quanto prima e per quanto più tempo possibile - se siamo soprattutto Noi ad apprezzarlo umanamente, oltre ai Robot che lo apprezzeranno in funzione dei criteri SEO (Search Engine Optimization).

 

Scrivi per l’Umano, con un occhio al Robot

Ecco un semplice e avanzato criterio per esserci nella Prima Pagina di Google: scrivi un testo piacevole e stimolante per l’Essere Umano che ti leggerà ed ottimizza i criteri SEO per il robot che ti troverà. Per essere letti ed apprezzati bisogna essere trovati! 

Iniziamo quindi a creare un nostro Contenuto Sostenibile con le domande del “Triplice Sogno” del Business Attractor in Rete:

 

  1. qual è il Cliente che sogno mi contatti domani? Dimensione, comparto merceologico, zona geografica, lingua, ruolo aziendale….
  2. qual è il problema che sogno egli abbia per il quale io ho la Soluzione? Problema organizzativo, relazionale, tecnico, produttivo, culturale, internazionale, generazionale…
  3. quali espressioni sogno che usi per chiedere a Google soluzioni al suo problema?

 

IMPORTANTE: quest’ultimo passo è il più critico, decisivo e innovativo delle moderne Competenze commerciali da sviluppare per un efficace Web Marketing. Non basta più conoscere bene il proprio Cliente a livello professionale, umano, psicologico – come una volta…  Occorre conoscerlo cognitivamente: come ragiona, come si esprime, come sintetizza il suo problema quando va a scriverlo nel riquadro di Google?

 

triplice sogno.jpg

 

 

Insomma, quali Keyword (KW – Parole Chiave) scriverà in tale campo?

 

 

Ebbene, se conosciamo bene il nostro Cliente Ideale, quello che sogniamo ci contatti domani, e se intuiamo le possibili KW, allora siamo nella direzione giusta!

Questa decisiva definizione va eseguita anche con Competenze di Digital Marketing in grado di conoscere:

 

  • quante volte (al mese) specifiche KW siano richieste dagli utenti della Rete (da nostri potenziali Clienti!);
  • quanto concorrenziale è ogni KW che abbiamo concepito, comprendendo bene quanti e quali nostri concorrenti troveremo nella Prima Pagina di Google;
  • quanto ricco è il “mercato” di ciascuna KW, apprendendo quanto i nostri concorrenti sono disposti a pagare per essere in Prima Pagina per un periodo molto limitato, anziché investire nella creazione di un Contenuto Sostenibile che può rimanervi per anni. 

 

Contenuti Sostenibili – nella Prima Pagina di Google

 

contenuti sostenibili.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Google valuta e posiziona  quei contenuti che abbiano valore in termini di: 

  • visibilità, ossia capaci di suscitare Interesse nel maggior numero possibile di persone per quello specifico topic (tema, questione, problema);
  • autorevolezza, ossia capaci di suscitare Fiducia sulla base sia delle argomentazioni ben illustrate sia della fonte (autore, l’ambito nel quale sono stati pubblicati ed ottimizzazione dei criteri tecnici);
  • reputazione, ossia capaci di suscitare affidamento del proprio importante problema al Competente che ha pubblicato tale Contenuto in un Ambito autorevole (Storico del sito/dimensioni della comunità aderente e rilevanza dei link di ridirezione).

Questi sono Key Elements per nutrire la e-Reputation in Rete, che può durare anni, e persino crescere, con ovvi benefici su maggiori fatturati, migliori margini e minori stress.

Al giorno d’oggi il ROI del Digital Marketing Scientifico evolve dal tradizionale Return On Investment a una più moderna Reputation on Internet, la quale ottimizza, misurabilmente, le probabilità di attrarre Clienti e Finanziatori da Google interessati a te, ma che non ti conoscono – ancora…

E allora cambia, comprensibilmente, anche la definizione di KPI: da Key Performance Indicators a Key Positioning Influencers, i quali individuano le modalità misurabili di maggiori e migliori visibilità, autorevolezza e reputazione in Rete.

 

Quali sono i KPI di una strategia digitale vincente?

La e-Reputation è potenziata dal numero e dalla qualità delle citazioni, connessioni e richiami (referrals) tra Contenuti in Google e post sui Social Media (Facebook, LinkedIn, Twitter, Instagram, Blogs, Forums, Youtube, G+...). Tale Risonanza in Rete è nutrita da, e nutre a sua volta, un “Ecosistema della comunicazione digitale”. 

Per avere visibilità + autorevolezza + reputazione in Google, ossia un posizionamento  stabile (stimato in 6 - 12 mesi senza annunci a pagamento) di Contenuti Sostenibili nella Prima Pagina, efficace per l’attrattività di Clienti e Finanziatori verso le proprie Competenze Business (“Competence Branding”), gli elementi principali da considerare sono:

  • l’elemento KEY (Performance Indicator / Positioning Influencer), costituito dal Comportamento Umano durante la lettura;
  • l’elemento ENFASI (di tale Comportamento Umano), costituito dai parametri più “da Robot”: criteri SEO (Search Engine Optimization), codice html, Tag e meta tag, qualità dei backlinks, traffico sul sito, dimensione comunitaria, content repackaging, numero di redirects, coerenza nell’ecosistema digitale. 

 

Come misurare l’efficacia della mia strategia digitale?

La e-Reputation è un parametro complesso e si misura attraverso parametri del mio sito, i social media e Google:

 

  • il proprio posizionamento ripetitivo nei risultati di ricerca dei potenziali Clienti;
  • la “Domain / Page Authority”  valutata da strumenti di  Web Analysis;
  • statistiche del mio sito (numero di visite/utenti mensili/bounce rates/numero di pagine visitate/numero di obbiettivi raggiunti);
  • dimensione comunitaria (Numero di fans/likes/ Il “reach” dei miei post - quanta gente vede il mio post sul suo feed) ed il sentiment associato al mio post (positive/negative/neutro);
  • costo per acquisizione/costo per engagement/costo per lead (Il costo di una strategia SEO costa 10 volte meno degli annunci a pagamento). 

  

Ho sviluppato, ho misurato… e ora, cosa fare in pratica?

Ecco alcune indicazioni per utilizzare metodi e strumenti di controllo per risultati realistici e, soprattutto, misurabili:

1)    CANALI: Facebook, Twitter, LinkedIn, G+, Google sono tutti utili, ma vanno segmentati sulla base degli obbiettivi per ottimizzare le probabilità di attrarre dalla Rete i Clienti più consoni al proprio business, migliorando così la redemption!

2)    METODI: il controllo e monitoraggio iniziano simulando i propri potenziali Clienti, cercando su tali canali soluzioni ai loro problemi e alle loro esigenze. 

N.B.: occorre cercare le tali soluzioni pensando ed esprimendosi in questi questi canali come farebbero i propri Clienti. Il Digital Marketing richiede di conoscere bene i propri Clienti anche a livello cognitivo e linguistico!

3)    STRUMENTI: per capire come pensino e si esprimano in Rete i Clienti su svariate tematiche, numerosi strumenti permettono un monitoraggio costante:

  • Canali social:
    • forniscono aree di Insights (gratuito in Facebook, e Linkedin);
    • Social media Listening: Twitonomy , HootSuite , Synthesio, Talkwalker… A pagamento per gli account PRO.
  • Canali web (motori di ricerca): 
    • Google Search Console  / Analytics  / Adwords / Trends,  gratuiti, per conoscere parole /espressioni chiave  più richieste e loro competitività, accessi alla propria area web, natura degli accessi (da dove, su quali  termini, per quanto tempo, ecc…);
    • SEOmoz, WooRank (e altri Web Analysis Tools) per valutare “Authority” / ”e-Reputation”  / SEO  Quality delle proprie Aree Web anche rispetto a i propri concorrenti.

 

Conclusioni

Per chi è interessato soprattutto ad attrarre Clienti e/o Capitali, diventa realmente decisivo capire l’essenza più “semplice” (ma non troppo…!) della Complessità del Web Marketing espressa dal fondamentale monito già condiviso:

Scrivi per l’Umano, con un occhio al Robot!

 

 

 

 

Qualunque sia il Canale, e il relativo Obiettivo, occorre saper soddisfare il bisogno dei Clienti di trovare idee e soluzioni interessanti, innovative e, magari, piacevolmente leggibili a problemi ed esigenze.

Coniugando tale capacità a quella di “aiutare” i robot (spiders, crawlers…) ad apprezzare i Contenuti che esprimono tali idee e soluzioni, ecco ottimizzata la probabilità di convertire:

  • attrattività in “e-Reputation”;
  • e-Reputation in fatturazioni sostenibili nel tempo. 

Coniugare queste due capacità è una moderna e complessa Competenza da verificare presso coloro che già dimostrano Evidenze di risultati (variegate e competitive Keywords nella prima pagina di Google), e ai quali:

  • richiedere supporto per sviluppare al proprio interno tale competenza, oppure
  • affidare l’ottimizzazione della propria Attrattività in Rete, attraverso una e-Reputation migliorata e misurata con metodologie scientifiche.

 

Per informazioni e chiarimenti:   redazione@complexlab.it

 

 

 

archiviato sotto: ,
Aggiungi un commento
Nicola Antonucci

Nicola Antonucci

Calnan

Martin Calnan

Dello stesso autore
Cos’è la deflazione: definizione e opportunità

AGGIORNAMENTO DEL 1 GENNAIO 2017: Deflazione conclamata in Italia! Come cavalcare la deflazione, riconoscendone i rischi, ma anche le intrinseche opportunità. Ti aiuto in questo percorso

L’Advisory Board di ComplexLab si arricchisce di un nuovo Membro

Lucia Castellano si è unita all’Advisory Board di ComplexLab: otto personalità che, a titolo volontario, monitorano la coerenza etica e scientifica del progetto

Come scrivere contenuti per il web e attirare nuovi clienti

Scrivere contenuti per il web grazie ad un software avanzato. Questo l’obiettivo di “Dante For Google” il progetto curato da IC Digital e ComplexLab

ComplexLab Srl: diventa Socio di una start-up Innovativa!

Vuoi diventare Socio di una Start-up Innovativa in ambito Internet / Web Marketing? Ti sei proposto per il 2016 di contribuire alla Crescita Sostenibile di un’Italia più tecnologica? Bene! Tie...

Trading Online Automatizzato oppure quanto ti costa guadagnare col trading?

Guadagnare col trading online è possibile ma con quali costi esistenziali? E da solo, senza un Partner NonUmano, il costo esistenziale potrebbe diventare insostenibile. Per questo Umanot ti prese...

UMANOT: trading online automatico con sue "letture" della finanza

AGGIORNAMENTO DEL 12.9.15 - Questa volta, il SW UMANOT, con appena i primi livelli di "intelligenza", "ci "racconta" cose interessanti su... qual è il Titolo Ideale da "cavalcare" (mai preveder...

×