Gestione delle Crisi d’Impresa - Ma cos’è questa crisi?

Dalla consapevolezza dell'epocale riassetto del tessuto imprenditoriale italiano alla comprensione dei fenomeni in atto. Passo essenziale per interventi tempestivi ed efficaci, ossia 'chirurgici'!

Gestione delle Crisi d'Impresa e Immobiliari

[per una CONSULENZA ONLINE da parte dell'autore: LINK ]


Ma cos’è questa crisi?

 

L’attuale crisi è dettata dall’accresciuta complessità del sistema finanziario globale e dalla persistente debolezza della struttura imprenditoriale italiana: eccessiva prevalenza di Piccole Medie Imprese (PMI) con difficoltà a investire in ricerca, a sfruttare elevate competenze manageriali temporanee (‘chirurgiche’) e a creare solide relazioni di ‘Co-opetition’ (Cooperation and Competition) con altre PMI.

Domina in Italia un ‘capitalismo familistico’ dove predomina il ‘controllo’ sullo sviluppo manageriale delle risorse umane e sullo sviluppo tecnico-scientifico.

In tale contesto sta arrivando le due, molto interconnesse, ‘ondate’ di:

  1. svalutazione immobiliare, come già accaduto negli anni ’80 nei mercati già maturi di USA, UK e Francia (crollo dal 30 al 50% in 8-10 mesi!!). La conseguenza è la svalutazione anche delle proprietà immobiliari date in garanzia alle banche per investimenti, necessità di liquidità, ecc.
  2. prosciugamento della liquidità.  Alla data di quest'articolo (giugno 2008), le banche s’imprestano danaro tra loro stessi a tassi crescenti proprio a misurare il grado di reciproca ‘sfiducia’!  Il dictat interno delle banche è di “fare cassa!” ritirando o chiudendo fidi, prestiti, mutui al primo accenno di ‘scricchiolio’.      [NB: dopo i massimi del 5,40% nell'agosto del 2008, i tassi interbancari sono crollati insieme ai tassi di sconto BCE arrivati all'1% nel maggio 2009 - nonostante tutto ciò, le banche ancora non si fidano a prestare danaro neanche tra loro....! NdA].

Le PMI non hanno riserve e garanzie sufficienti a reggere l’urto di tali ‘ondate’ per le quali soffrono anche ‘transatlantici’ di ben più significativa stazza (vedi, tra le tante, la crisi UBS!).

Per approfondire tali temi e per ulteriori informazioni: redazione@complexlab.it

Nicola Antonucci

Nicola Antonucci

Sei interessato?
Segui questo progetto

Ogni volta che verrà inserito un nuovo articolo riceverai una notifica direttamente nella tua casella email.

Dello stesso autore
Nuovo Membro per il nostro prestigioso Advisory Board (Comitato Etico - Scientifico)

Con l'ingresso di Lucia Castellano, il nostro Advisory Board risulta composto da otto personalità che hanno deciso, a titolo volontario, di aderire - monitorandone la coerenza etica e scientifica ...

Come scrivere contenuti per Google e attrarre clienti dalla Rete

Scrivere contenuti di qualità è una delle più impegnative attività cognitive umane, e richiede svariate doti che, oggigiorno, vanno integrate con nuove competenze per poter essere, anche, effic...

Devo attrarre clienti nella Prima Pagina di Google! Ma perché?

Per un approccio scientifico alla visibilità, alla riconoscibilità e alla Reputazione in Rete, con metodologie e ritorni misurabili. Perché attrarre clienti nella prima Pagina di Google, e come...

ComplexLab Srl: diventa Socio di una start-up Innovativa!

Vuoi diventare Socio di una Start-up Innovativa in ambito Internet / Web Marketing? Ti sei proposto per il 2016 di contribuire alla Crescita Sostenibile di un’Italia più tecnologica? Bene! Tie...

Trading Online Automatizzato oppure quanto ti costa guadagnare col trading?

Guadagnare col trading online è possibile ma con quali costi esistenziali? E da solo, senza un Partner NonUmano, il costo esistenziale potrebbe diventare insostenibile. Per questo Umanot ti prese...

UMANOT: trading online automatico con sue "letture" della finanza

AGGIORNAMENTO DEL 12.9.15 - Questa volta, il SW UMANOT, con appena i primi livelli di "intelligenza", "ci "racconta" cose interessanti su... qual è il Titolo Ideale da "cavalcare" (mai preveder...

×